Anche Dagospia alla festa di Tre Italia

Ehehe lo sapevo che Dagospia non avrebbe perso l’occasione di pubblicare le foto della maxi-festa della Tre Italia, alla quale ho partecipato anch’io mercoledì scorso.

(Gabriella Sassone per Dagospia – Foto di Umberto Pizzi da Zagarolo)

FESTONE A CINECITTÀ CON LA ROMA GODONA: POLITICI, GIORNALISTI E GNOCCHE
NOVARI LANCIA UN VIDEOFONINO CHE TI REGALA LA RAI, MEDIASET, CURRENT TV
CHICCO TESTA, MARTA MARZOTTO, GENTILONI, BASSANINI, GASPARRI, INNOCENZI

Per fortuna che a salvarci dalla noia mortale e trash-endente della Romanella mondana e presenzialista, c’è Vincenzo Novari, “l’amministrator cortese” della 3 Italia. Appena ha un nuovo prodotto da lanciare o una bella notizia da comunicare, Novari ti apparecchia un festone da mille e una notte, con la complicità della fida pierre Tiziana Rocca che lo segue dagli esordi della sua azienda. Stavolta, ecco scodellato nel felliniano studio 5 di Cinecittà, allestito in black e white, il “Videoparty NighTv”. Del resto, le notizie e i dati da snocciolare nel corso del dinner dallo stesso Vincenzino salito sul palco presentato dal comico Beppe Quintale, non erano di poco conto: da oggi, i clienti dell’operatore che trasmette in dvb-h, oltre che in umts, non pagheranno più nulla per vedere Raiuno, Raidue, Mediaset, Sky Meteo24, Current Tv e La3, nuovo canale autoprodotto. Ma non è tutto: sarà gratuito anche navigare su Internet e scaricare fino a 50 mega al giorno. Novari spiega che queste iniziative faranno lievitare a 5.000 ore di diretta l’anno con ben con 20 format nuovi al via da di settembre. “Siamo già il quarto operatore di tv mobile al mondo, di fronte a noi ci sono solo una società giapponese e due coreane e riteniamo che la tv mobile sia uno dei grandi trend di sviluppo economico dei prossimi dieci anni: al 2011 si calcola che il mercato avrà un fatturato di 20 miliardi di euro e 500 milioni di telespettatori. A novembre 2007 i telespettatori in tutto il mondo sono 50 milioni”, dice l’ad tra una portata e l’altra.

Prima di far ammirare i nuovi spot, on air dall’8 giugno, con protagonista la solita Luciana Littizzetto, ma in una versione “che non ti aspetti”. Ovvero una Luciana meno comica ma seria e introspettiva. Al fianco di Novari, a fare gli onori di casa, la discreta fidanzata Daniela Ferolla, ex Miss Italia 2001 (fu bruciata dall’attentato dell’11 settembre). Antonio Marano, il direttore leghista di Raidue, finalmente sorridente, arriva con la bella conduttrice bionda Chiara Giallonardo, inviata del programma “Piazza Grande” di Michele Guardì. La Marzottissima Marta, caftano maculato, siede al tavolo con Marano. E passa la serata a difendere la nipotina prediletta Beatrice Borromeo, che poi è uno dei suoi sport preferiti. “Ma vi rendete conto? Come gli è venuto in mente alla gente solo di pensare che mia nipote potesse mettersi con uno come Santoro, per lo più sposato!”.

E quando le fanno notare che la nipotina è stata appena paparazzata a Ponza in love-affair con lo scapestrato Pierre Casiraghi, rampollo bocconiano di Carolina di Monaco, sbotta: “Ha fatto bene! Una del suo rango, del resto, mica può frequentare un metalmeccanico!”. Quando si dice essere democratici… Chicco Testa, abbronzatissimo e in splendida forma, balla un lento con una biondina tutto pepe. Lei non vuole dire il suo nome. Poi, a fine serata, si convince e si presenta: “Sono Simona Branchetti del Tg5”. Ahiahiai, Chicco, allora c’hai proprio il debole per le belle giornaliste tv. La scorsa estate a Capalbio, non ballavi stretto stretto con Barbara Carfagna del Tg1? Alla corte di Novari arrivano anche rappresentanti del mondo politico: Franco Bassanini e Linda Lanzillotta, Paolo Gentiloni, Giancarlo Innocenzi, Maurizio Gasparri (toccata e fuga), Mauro Fabris con la sua Francesca Cenci. Pullulano i giornalisti, dal mondano per piacere Ciccio Bongarrà dell’Ansa, al temuto direttore di “Italia Oggi” Franco Bechis, che si è portato appresso metà della sua redazione. Cartellino timbrato anche per Edoardo Montefusco, patron di Rds.

Flash scatenati sulle coppiette dello show-biz: Cristina Chiabotto e Fabio Fulco, Ascanio Pacelli e Katia Pedrotti, che scappano presto per tornare dalla figlioletta, Matilde Brandi e Marco Costantini. L’ex gieffe detto “boccuccia di rosa”, Jonathan Kashan, sfoggia come borsetta un cestino di paglia arancione (“L’ho comprato in cartoleria”, dice) e una coppola bianca in testa. Adriana Volpe parla del suo imminente matrimonio con le sorelle de Grenet, Samantha e Ilaria, scortate dal bel fratello Fabio, che lavora al Marketing della 3. Dove ti giri ti giri è un girotondo di curve in bella mostra: bellone, belline e bonazze in gara di sensualità. Ecco la bombastica Carolina Marconi, la balda Francesca D’Auria, Ela Weber castigata in tailleur bianco, Francesca Chillemi che tiene banco al tavolo con Andrea Roncato e la sua Alessandra. Antonella Elia versione rosa confetto sfoggia il neo fidanzato Michele, Elisabetta Ferracini è con l’amato Pier Forleo (dirigente Rai e figlio di Romano), ma si porta appresso pure l’amico del cuore Leopoldo Mastelloni.

Demetra Hampton, velata da un abito trasparente tutto spacchi fa girare la testa anche a Mario Biondi. Pamela Prati coccola il suo Ciro, Gianfranco De Laurentiis, redivivo, siede al tavolo col Alessandro D’Alatri, Donatella Pompadour e marito, Andrea Quattrini e due bionde da capogiro: Camilla Sjoberg e Charlotte Krona. Dinoccolato, fa sorridere tutti l’ex pallavolista Andea Lucchetta, detto bper la particolarissima capigliatura, a spazzola e in diagonale. Caterina Balivo in bianco barcolla su scarpe di Zanotti con strepitosa zeppa da 20 cm., di quelle che si ti prendi una storta, ti ricoverano all’ospedale con una caviglia rotta. In ritardo appare il Savoiardo Emanuele Filiberto di Savoia, con amica bionda stile Barbie al seguito. Peccato che i romani, al solito cialtroni, si siano alzati per andarsene nel momento più clou della serata. Quando si è appropriato del palco Mario Biondi (al secolo Mario Ranno), il Barry White catanese, che ha incantato con la sua voce black accompagnato dai The Duke Ensamble. Formidabile.

Lascia un commento