È morto il Prof. Cultrera

GIORNALISTI: E’ MORTO GIUSEPPE CULTRERA
UNA CARRIERA DI 36 ANNI DEDICATA ALL’ANSA

(ANSA) – ROMA, 30 dic – E’ morto questa notte il giornalista Giuseppe (Pino) Cultrera: era stato colpito recentemente da una malattia incurabile.
Cultrera, che era in pensione da qualche anno, avrebbe compiuto 69 anni il prossimo 28 gennaio. Lascia la moglie Liliana ed i figli Stefano e Giovanna. I funerali si svolgeranno a Poggio Mirteto (dove Pino Cultrera si era ritirato lasciando Roma), domani alle ore 11.
Siciliano di Messina, Cultrera ha dedicato all’ Agenzia Ansa 36 anni di impegno professionale, promuovendo l’informazione nei settori della scienza, della tecnologia, dei beni culturali e facendo dell’Agenzia un punto di riferimento per la divulgazione di materie tradizionalmente considerate “difficili”. Ha anche seguito direttamente lo sviluppo tecnologico dell’Agenzia in anni cruciali, quelli che hanno visto il passaggio dalla macchina da scrivere, dagli apparati elettromeccanici, dal filo telegrafico e dalle telescriventi al mondo dell’ elettronica e delle nuove telecomunicazioni.
Pino (come tutti lo chiamavamo all’ Ansa) era diventato collaboratore dell’agenzia nel 1961; assunto come praticante nel 1964, professionista dal 1966, aveva convinto la direzione dell’ agenzia a istituire un “servizio scientifico” di cui venne nominato responsabile. Pino, infatti, è stato uno dei primi giornalisti italiani a dedicarsi professionamente alla divulgazione della ricerca scientifica e ai temi dell’ aeronautica e dello spazio, seguendo per l’Ansa i più importanti eventi del settore, dai primi lanci spaziali alla missione NASA sulla Luna, e poi l’ ingresso dell’Italia nel settore spaziale, l’evoluzione del trasporto aereo, le grandi scoperte scientifiche, quelle archeologiche e, come cronista, i grandi disastri naturali. Tra l’ altro nel 1964 Cultrera fu l’unico giornalista ammesso a bordo del DC-8 Alitalia mandato in India per riaccompagnare in Italia papa Paolo VI che vi si era recato per il congresso eucaristico.
Nel 1980 Pino divenne caporedattore presso la redazione centrale dell’ Ansa e dal maggio 1990 il direttore Sergio lepri lo volle come assistente per le tecnologie per il delicato passaggio ai nuovi sistemi editoriali. Un compito difficile che Pino seppe svolgere con competenza ma anche con le doti personali di pazienza e cordialità che lo hanno sempre contraddistinto. Nel 1994 diresse anche il primo servizio sperimentale di infografica dell’ Ansa. In pensione dal 1997, Cultrera si era dedicato all’ insegnalamento universitario come titolare di “Editoria multimediale” nel corso di laurea in scienza della comunicazione alla facoltà di lettere e filosofia della LUMSA.
Cultrera aveva diretto la rivista specializzata “Alata Internazionale”, il Notiziario del Centro per l’ Epilessia e “Aresam Notizie” (che si occupa di disabilità psichica). Con Sergio Lepri e Francesco Arbitrio è autore del libro, uscito recentemente presso l’editore Le Monnier, “L’agenzia Stefani da Cavour a Mussolini”. Aveva ricevuto numerosi premi tra i quali il premio “Massai” per la stampa aeronautica ed il premio “Casalegno” per la stampa scientifica. (ANSA)

RED-BO
30-DIC-05 10:09 NNNN

Lascia un commento