Attaccato il sito di ricerca lavoro Monster.com

Stando a quanto riporta un articolo della Bbc, sembra che vi sia stato un attacco hacker, con conseguente intrusione nei dati personali, al sito web di ricerca lavoro Monster.com, tra l’altro da qualche tempo approdato anche in Italia.

Un programma informatico sarebbe stato utilizzato per entrare nei server dei datori di lavoro, dove sono presenti dati personali di 1,6 milioni di utenti. I dati sono stati rubati e uploadati su un server remoto.

Al momento non è dato sapere se il furto ha riguardato anche i dati delle migliaia di utenti italiani iscritti al sito.

Lascia un commento