Cile: su internet i dati personali di 6 milioni di cittadini

→ D@di per Downloadblog.it

Un sedicente hacker cileno ha pubblicato online documenti confidenziali appartenenti ad oltre sei milioni di cittadini. Le informazioni, secondo quanto riportato dalle forze dell’ordine, sarebbero state ricavate da server governativi e militari, all’interno dei quali l’uomo sarebbe riuscito a penetrare.

Tra i dati trafugati, numeri di carta d’identità, indirizzi, numeri di telefono e dati sugli studi e la formazione delle persone. L’azione, spiega l’hacker, è stata svolta per dimostrare lo scarso livello di protezione dei dati personali in Cile.

Stando a quanto riportano alcuni giornali locali, i dati sarebbero stati rimossi dopo qualche ora dalla polizia, anche se (un po’ come successo in Italia con la storia delle dichiarazioni dei redditi online) stanno continuando a circolare su altri blog e circuiti peer-to-peer.

Lascia un commento