Cina: "Siamo vittime – non responsabili – della pirateria"

La Cina è diventata uno dei bersagli preferiti per gli attacchi informatici, e negli ultimi anni ha dovuto fronteggiare numerosi e insistenti tentativi di intrusione da parte di hacker di paesi occidentali. Lo ha detto un ricercatore militare della repubblica cinese.

La Cina, ha aggiunto l’esperto, “sta fronteggiando una situazione più grave in termini di sicurezza rispetto a molti altri paesi”. Dunque, da responsabile di molti attacchi (così come più volte segnalato da numerosi governi occidentali) la Cina invece si ritiene vittima.

Il paese della Grande Muraglia ha sempre respinto vivamente le recenti notizie secondo le quali hacker cinesi sarebbero penetrati nei sistemi del Pentagono, nella cancelleria e in altri ministeri del governo tedesco e del ministero degli Esteri della Gran Bretagna.

Lascia un commento