Google, arrivano le mappe celesti

In questi ultimi giorni si fa un gran parlare di Google Earth e Google Maps, come vi abbiamo puntualmente informato. Oggi un’altra novità: Google ha annunciato di aver aggiunto le mappe celesti a Google Earth.

“Sin dall’antichità – si legge sul Lat Long Blog di Google – la gente ha guardato al cielo cercando un ordine al caos di stelle e pianeti. Con Google Earth vi abbiamo dato la possibilità di espolorare il pianeta Terra, ma non sarebbe bello esplorare stelle e galassie”?

La novità, dunque, si chiama Sky, e permette di esplorare galassie lontane centianaia di milioni di anni luce così come costellazioni e pianeti comodamente dalla propria scrivania. Il tutto corredato da fotografie e spiegazioni.

Per iniziare a esplorare il cielo bisogna scaricare l’ultima versione di Google Earth (disponibile sia per Windows che per Mac) e fare click sul nuovo bottone “Sky” presente sulla toolbar. Al momento ci sono 100 milioni di stelle e 200 milioni di galassie “in attesa di essere esplorate”.

Le immagini arrivano da più di un milione di fotografie prese da risorse scientifiche e accademiche, come Sloan Digital Sky Survey, il Palomar Observatory, il California Institute of Technology e il telescopio Hubble della Nasa.

Lascia un commento