Google guarda al Darfur

Google, tramite il suo software Google Earth ha lanciato un’iniziativa per focalizzare manutenzione degli utenti di tutto il mondo sul problema della regione del Darfur, in Sudan. Il progetto, in collaborazione con l’Holocaust Memorial Museum degli Stati Uniti, prevede la messa online di immagini ad alta definizione della regione per documentare la distruzione di villaggi, la situazione dei rifugiati e le migliaia di persone rimaste senza tetto.

Google, una volta visualizzata la regione del Darfur, dove secondo le Nazioni Unite oltre 200mila persone sono state uccise e due milioni e mezzo sono state fatte allontanare dai propri villaggi, pensa di attrarre manutenzione degli utenti visualizzando delle piccole icone.

Le icone hanno la forma di villaggi con fiamme e rifugiati con tende. Non appena l’utente effettua uno zoom potrà vedere in alta definizione, oltre alle immagini, anche una serie di informazioni utili per capire meglio il problema, tra cui documenti audio e video che testimoniano le atrocità. Il motore di ricerca promette che aggiornerà con frequenza le mappe e i contenuti.

Lascia un commento