Il Coro Musicanova porta Roma e l'Italia in cima all'Olimpo corale

Ecco il comunicato stampa che ho inviato ai mezzi d’informazione per pubblicizzare i bei risultati ottenuti dal coro al concorso internazionale “C. A. Seghizzi” di Gorizia.

CONCORSO INTERNAZIONALE “C. A. SEGHIZZI”, GORIZIA

– 1° premio categoria musica popolare e canti tradizionali e
premio speciale del pubblico
– 2° premio categoria musica policorale
– 2° premio categoria arrangiamenti corali di musica
pop-jazz
– 3° premio categoria polifonia – programma storico
– Premio FENIARCO per il miglior coro italiano

Il Coro Musicanova, diretto dal maestro Fabrizio Barchi, ha preso parte, dal 6 all’8 luglio 2007, alla quarantaseiesima edizione del concorso internazionale di canto corale “C. A. Seghizzi” di Gorizia portando a casa numerosi premi. Si trattava di un concorso molto importante nel settore, al quale hanno partecipato numerosi compagini
provenienti da ogni parte del mondo. Il Coro Musicanova si è piazzato nei posti più alti, ottenendo numerosi premi e portando alta, come sempre, l’immagine di Roma e
dell’Italia nel mondo e la competenza e la musicalità del “bel canto” italiano a livello internazionale.

A proposito di Roma, il Coro ha ottenuto il primo premio assoluto e il premio speciale del pubblico nella categoria “Musica popolare e canti tradizionali” con il suo spettacolo “Roma che in…canta” (spettacolo che aveva già ottenuto un altro importantissimo riconoscimento nel 2005, il primo premio al concorso internazionale di canto popolare “Guido d’Arezzo”, riconoscimento mai ricevuto da un coro italiano).
“Roma che in…canta”, spettacolo molto apprezzato anche dal sindaco di Roma Walter Veltroni ed esportato in tutta Europa, è un’idea innovativa di commistione tra arte,
musica corale, canti tradizionali e teatro.

Il Coro Musicanova ha inoltre ricevuto anche altri importantissimi premi, tra cui il secondo posto nella categoria musica policorale (un tipo di musica in cui il coro si “sdoppia” in due cori più piccoli, che “dialogano” tra loro) e nella categoria “arrangiamenti corali di musica pop-jazz”. Importantissimo traguardo anche quello del terzo premio nella categoria “polifonia – programma storico”, con un programma particolarmente apprezzato perché spaziava dal Rinascimento alla musica contemporanea. Il Coro Musicanova, infine, si è aggiudicato anche il premio
“Feniarco” come migliore coro italiano della manifestazione.

Si tratta, dunque, di risultati molto importanti per un coro amatoriale, formato da ragazzi tra i 18 e i 30 anni, che vive grazie all’impegno dei propri coristi e all’instancabile attività del maestro Fabrizio Barchi. Il Coro Musicanova, fin dai suoi esordi nel 1990, ha dedicato sempre particolare attenzione all’esecuzione di musica contemporanea, sull’esempio di paesi europei con tradizioni molto radicate, stringendo collaborazioni con diversi autori e creando una virtuosa sinergia tra compositore e esecutori.

Oltre alla normale programmazione concertistica, che ha portato il gruppo ad esibirsi in molte regioni italiane, il Musicanova, aderendo ai suoi principi associativi, è molto impegnato sul fronte della diffusione della coralità tra i giovani realizzando collaborazioni con varie scuole romane dalle quali provengono la maggior parte dei suoi cantori.

Lascia un commento