La battaglia di Emi contro i servizi di “online storage”

→ D@di per Downloadblog.it

Gli utenti di MP3Tunes.com, popolare sito di music backup e online storage, si sono visti recapitare in questi giorni, da parte dell’amministratore delegato Michael Robertson, un’e-mail con la quale si chiede di diffondere il più possibile la notizia che il sito è stato citato in giudizio dalla casa discografica Emi.

Motivo: la major non vuole che gli utenti conservino la musica online, accusando MP3Tunes di violare le regole sul copyright. Tra l’altro MP3Tunes è davvero un sito in cui conservare i propri files Mp3, e non è un servizio di file-sharing. “I file – spiega Robertson – non sono di proprietà di MP3Tunes, così come il contenuto delle cassette di sicurezza non è di proprietà della banca.

Il sito si limita a offrire dello spazio che poi gli utenti gestiscono come vogliono”, sottolineando tra l’altro che la società è molto attenta anche a garantire i massimi livelli di sicurezza.

Probabilmente, a mio avviso, Robertson ha ragione e la Emi, come tante case discografiche ultimamente, sta facendo di tutto – anche mosse apparentemente incomprensibili – per fermare la piaga della pirateria musicale. Unico dubbio: avrà fatto bene il Ceo di MP3Tunes a mandare questa lettera a tutti i propri utenti?

Lascia un commento