Microsoft Word? Facciamocelo piacere

Rick Broida, collaboratore di Lifehacker, ha scritto oggi un’interessante tutorial che dà delle dritte assolutamente indispensabili a chi è “costretto” a lavorare ore e ore con Microsoft Word e vuole migliorarne l’usabilità, la velocità e le prestazioni. Un tutorial molto lungo che vi invito a leggere per intero. Possiamo certamente, però, elencare in questo post gli accorgimenti principali da lui consigliati.

Primo consiglio: chiudere tutte le toolbar inutili. In questo modo avremo la possibilità di visualizzare un’ampia porzione di testo senza essere costretti a un noioso lavoro di scrolling. Sempre a proposito di toolbar, Broida consiglia di “giocare” un po’ con le freccine che puntano in basso all’estrema destra di ogni barra: queste permettono di aggiungere o rimuovere le funzioni che usiamo di più o di meno. Così potremo snellire le toolbar e avremo modo di affiancarle: avremo una pagina più libera e più pulita.

Un tip estremamente utile (soprattutto per scrittori e giornalisti) è quello che ci dà la possibilità di avere sempre sotto mano il bottone del conteggio parole. Purtroppo Word non ha questa funzione di base, e dovremo arrangiarci “a mano”. Andiamo in Strumenti > Personalizzazione > Personalizzazione barre degli strumenti/menu, poi andiamo nel tab “Comandi”, poi sulla sinistra scegliamo la categoria “Strumenti”, troviamo a destra “Conteggio parole” e trasciniamolo su una toolbar a piacimento. L’unico problema è che non apparirà un’iconcina ma un bottone piuttosto “pesante” da guardare con la scritta “Conteggio parole…”. Meglio di niente, però… no?

Ci sono moltissimi altri trucchi interessanti che vi invito a leggere, come il disattivare tutti i link che vengono creati in automatico (a cosa servono?) o alcune inutili funzioni di autocorrezione. Per la serie: se Word è attualmente il programma più usato in assoluto nelle scuole, all’università, negli uffici, nella pubblica amministrazione… beh, almeno facciamocelo piacere un po’ di più.

Lascia un commento