Quando Gmail significa "Gruppo di giovani artisti e letterati"

Provate a digitare www.gmail.pl. Non apparirà il servizio di posta elettronica di Google in polacco, bensì il sito “Grupa Młodych Artystów i Literatów (GMAiL)”, gruppo di giovani artisti e letterati. Un’associazione culturale contro la quale sta per abbattersi un’imponente azione legale da parte del motore di ricerca. L’allarme arriva da Izabela Krawczyk, portavoce del GMAiL polacco, che ha spiegato che il colosso americano si è rivolto al tribunale polacco che si occupa di problemi legati alle comunicazioni affinché obblighi il gruppo a rilasciare l’indirizzo.

Accade spesso, fanno notare i più maliziosi, che piccole associazioni o compagnie registrino nomi di dominio che corrispondono anche a nomi di prodotti di grandi multinazionali, che poi, molto spesso, sono costrette a elargire fior di quattrini per riappropriarsi dei domini. Fatto sta che la situazione, in questo caso, sembra diversa. E il gruppo di poeti non ci sta.

“Non abbiamo comprato il dominio per fare un dispetto a Google – spiega ancora Krawczyk – e non siamo alla ricerca di soldi facili. Per principio non ci daremo per vinti”. Il gruppo, che ha sede nella cittadina di Lodz, ha registrato il dominio lo scorso anno quasi per caso. “Non pensavamo di trovarlo libero – spiegano – e una volta fatta la scoperta l’abbiamo acquistato subito. Il sito per noi è indispensabile, perché in questo modo teniamo alto il profilo di GMAiL, che pubblicizza il lavoro di ragazzi non famosi che non hanno ancora trovato un editore vero e proprio”. Google Polonia, per adesso, non ha rilasciato dichiarazioni.

Lascia un commento