Skype è tornato (quasi) alla normalità

Fa’ un respiro profondo, Skype è tornato alla normalità. Lunedì vi daremo delle spiegazioni dettagliate su ciò che è successo. Fino ad allora vogliamo scusarci e ringraziarvi. Potete immaginare come siano stati difficili e frustranti gli ultimi due giorni. Grazie per tutti i buoni pensieri, la pazienza, la fiducia e il supporto.

Recita più o meno così l’annuncio che campeggia sulla home page di Skype da qualche ora. Skype è andato in tilt giovedì lasciando senza voce, è proprio il caso di dirlo, milioni di utenti nel mondo. Utenti che, complici le vacanze estive, stavano usando moltissimo il software per collegarsi con i propri amici in ogni parte del mondo.

Cosa o chi ha bloccato Skype è ancora difficile a dirsi. C’è chi ha pensato a un sovraffollamento della rete (con oltre sei milioni di utenti connessi contemporaneamente), chi un intervento straordinario di manutenzione, chi un attacco hacker. Chi, ancora, ha pensato a un baco nel software. La verità arriverà lunedì.

Intanto Skype ha ripreso a funzionare quasi del tutto regolarmente. Saranno necessarie alcune ore per far tornare alla normalità anche i servizi di “presence” (cioè quelli che ci indicano se una persona è o no online) e la chat.

Lascia un commento