"Hai installato Linux? La garanzia decade"

La denuncia arriva a Slashdot.org da un utente inglese e fa davvero riflettere. “Oggi – si legge nella lettera – sono tornato a Pc World, il negozio dove cinque mesi fa avevo acquistato il laptop, perché avevo un problema con il display. In particolare, la copertura di plastica stava iniziando a rompersi”. Un normalissimo problema che si sarebbe risolto in pochi giorni, considerato che il computer era ancora in garanzia.

La riparazione, invece, è stata rifiutata dai tecnici del grande magazzino perché l’utente aveva disinstallato Windows Vista (sistema operativo con il quale il computer era stato venduto) installando la distribuzione Gentoo di Linux. La disinstallazione di Windows, secondo i tecnici, aveva portato al decadimento della garanzia.

Versione confermata anche dal direttore del negozio, che spiega: “Per ordini superiori non possiamo riparare i computer dei quali il sistema operativo originale è stato modificato”. Si apre qui in realtà un bel problema, in cui potrebbero incappare molti di noi che abbiamo preferito installare un sistema operativo diverso. È possibile che la garanzia decada se si toglie Windows?

Agli occhi di molti, questa sembra essere una scusa bella e buona: cambiare sistema operativo, infatti, significa agire nella maggior parte dei casi solo a livello software. Posso capire se il ragazzo avesse perso dati importanti in seguito a una formattazione o a uno sbagliato partizionamento dell’hard-disk: in quel modo sì che i tecnici avrebbero dovuto rifiutare la riparazione/sostituzione.

Il problema serio è che la maggior parte dei computer attualmente continuano ad essere venduti con un sistema operativo preinstallato. Il mondo, invece, sta andando in un’altra direzione: sempre più persone preferiscono infatti sistemi “alternativi” gratuiti e facili da usare (uno su tutti, Ubuntu) a fronte di software professionali (grafica, audio o video-editing) costosissimi.

Lascia un commento