Il voto online? È attraente… ma non si deve confondere con birra e video porno. Almeno in Polonia

Visto che siamo in periodo di campagna elettorale e di elezioni, oggi vi riporto una notizia davvero curiosa che viene dalla Polonia. Ci sono moltissime ragioni per cui il voto elettronico ancora non è stato introdotto nella maggior parte dei paesi del mondo, ma questa davvero non l’avevo mai sentita.

Secondo l’ex-primo ministro Jaroslaw Kaczynski e alcuni altri membri del partito conservatore, ai polacchi non dovrebbe essere data la possibilità di votare online perché internet “attrae molta gente che guarda filmati porno con una birra in mano”, e la sacralità del voto non può essere assolutamente intaccata, magari, da un tab di Firefox aperto in secondo piano che sta caricando un filmato erotico da YouPorn.

“Molto spesso soprattutto i giovani che stanno davanti al computer guardano in continuazione film porno bevendo birra a tutto spiano”, ha spiegato il politico – pensate! – proprio poco tempo dopo aver detto di voler ringiovanire le fila del suo partito anche attraverso l’uso di internet per arrivare alle fasce più giovani della popolazione. Kaczynski ha anche aggiunto che gli utenti internet sono “il gruppo più facile di votanti da manipolare”, facendo capire che è molto semplice suggerire loro per chi votare.

È indubbio che si tratta quanto meno di affermazioni – fatemelo dire – deliranti. Come si può pensare che chi vota per le elezioni politiche online sia ubriaco e “eccitato” dalla visione di un film porno? Perché generalizzare in questo modo sugli utenti della Rete? Secondo me, più che conquistare la fascia giovane della popolazione, il partito conservatore con questa mossa ha perso centinaia e centinaia di voti.

Lascia un commento