Microsoft pagherà (più o meno) chi usa il suo motore di ricerca. Funzionerà, o è solo una mossa “disperata” anti-Google?

→ D@di per Geekissimo.com

Il potere di Google è ancora troppo spropositato rispetto a quello di Microsoft. E così la multinazionale di Redmond, a sorpresa, ha annunciato ieri che inizierà a pagare chi utilizzerà il suo servizio di ricerca Live Search per fare acquisti. Sì avete capito bene. In pratica, il colosso ha annunciato che rimborserà i clienti che acquisteranno online alcuni prodotti utilizzando il motore di ricerca Microsoft Live Search.

Il danaro, hanno spiegato, arriverà dalle tariffe che gli investitori pubblicitari pagheranno a Microsoft per vedersi comparire tra i primi risultati nelle ricerche. “Crediamo – ha spiegato Bill Gates in una conferenza stampa – che la ricerca può offrire sia agli utenti che agli investitori molte più possibilità di quante ne abbia ancora offerte, e con questo servizio puntiamo a diventare il servizio di ricerca commerciale più redditizio del Web“.

Al momento l’offerta sarà disponibile solo negli Stati Uniti. È previsto che le vendite al dettaglio online negli Stati Uniti raggiungano la cifra record di 335 miliardi di dollari all’anno nel 2012; tra l’altro, già ora il 68 per cento degli utenti che fa acquisti online arriva all’acquisto passando per un motore di ricerca.

Agli occhi di molti analisti, il programma di Microsoft sembra essere stato studiato apposta per raccogliere un po’ più di denaro dalla pubblicità, considerato il mancato accordo per l’acquisto di Yahoo! che ha portato l’azienda di Redmond sempre più lontana dal raggiungere gli ottimi risultati di Google. C’è addirittura chi si sbilancia, prevedendo che questa mossa porterà a una grande guerra dei prezzi tra Microsoft e Google.

Lascia un commento