Nuova Zelanda, i cittadini sceglieranno con un wiki la nuova legge di polizia

Che la Nuova Zelanda fosse un paese molto democratico con un’altissima qualità della vita era risaputo. Ma che i cittadini potessero votare e discutere la nuova legge di polizia di grazie a un Wiki… è pura fantascienza. La polizia del piccolo stato orientale, infatti, ha lanciato un Wiki che permette a tutti i cittadini di discutere e creare da zero il nuovo “police act”, la legge di polizia.

“La gente la chiama ‘democrazia estrema’, e forse ha ragione”, ha spiegato in un’intervista il sovrintendente Hamish McCardle, responsabile del progetto. “I cittadini sono i nostri clienti, e quindi a chi chiedere consigli, se non a loro?”.

Secondo molti opinionisti si tratta di un’importante opportunità per far sì che i cittadini, da semplici votanti, diventino partecipi della vita del Paese e nelle decisioni importanti. Ovviamente aprire a tutti, incondizionatamente, il Wiki significa anche ricevere numerosissimi interventi di disturbo (da buontemponi o criminali), ma i fautori dell’iniziativa non si scompongono: “Gli utenti dei Wiki solitamente sono costruttivi e produttivi, e per il momento l’iniziativa è un successo”.

La versione democratizzata del Policing Act sarà ovviamente discussa in Parlamento, ma a me sembra davvero un’ottima iniziativa che ci fa capire come tanti paesi (e popoli) occidentali siano ancora molto lontano da una vera e propria democrazia e gestione comune dello stato.

Lascia un commento