Perché Linux non ha avuto – fino ad ora – la stessa fortuna di Windows? Perché è gratuito

“La maledizione di essere gratuito”. Potrebbe riassumersi in questa breve frase il pensiero di Vlad Dolezal, studente di psicologia, secondo cui Linux è un eterno terzo (di gran lunga lontano dal secondo, Mac Os X, che è a sua volta di gran lunga lontano dal primo, Windows) nella lotta tra sistemi operativi. La maggior parte delle persone, spiega Dolezal, additano ai sistemi pre-installati sui computer la ragione principale. Da studente di psicologia, però, cerco di guardare oltre e vedo qualcosa che gli altri non vedono: la gratuità del sistema operativo del pinguino, infatti, porta le persone a pensare che il prodotto non abbia un grande e reale valore.

La natura umana, infatti, è solitamente molto sospettosa nei riguardi di ciò che arriva gratuitamente o con troppa facilità. Immaginiamo di avere un amico con un nuovo computer in cui deve decidere quale sistema operativo installare. Noi gli consiglieremo Linux, mentre un terzo amico gli consiglierà Windows. Linux è gratuito, bene. Windows costa centinaia di euro però può averlo in un Cd pirata, e quindi diventa gratuito.

Siccome Windows costa centinaia di euro… il nostro amico probabilmente sarà più interessato al sistema operativo di Redmond. Ma Linux – molti di voi sicuramente diranno – ha potenzialità molto maggiori, è modificabile in ogni suo aspetto, non si blocca, non è affetto da virus e così via. Sì, ma l’utente “normale” e non “smanettone” vede solamente un prodotto di centinaia di euro contro uno gratuito. Cosa sceglierà, secondo voi? Quello che voglio dire, conclude Dolezal, è che la gente si comporta molto spesso in modo irrazionale. Per questo il mio consiglio è quello, la prossima volta, di presentare Linux come un sistema operativo molto costoso, per gente con la puzza sotto il naso e molto “fighetto”.

Solo in un secondo momento ne spiegheremo i veri vantaggi anche in termini di tecnologia. Una visione, dunque, abbastanza particolare della lotta tra sistemi operativi. Che ne pensate? Secondo voi è vero che la gente si comporta in modo così irrazionale? Anche se, al giorno d’oggi, la gente – credo – preferisce Windows per fantomatiche questioni di compatibilità (della serie “Ma se installo Linux, da casa riesco a leggere i documenti creati con Word al lavoro?”) io credo che questo ragazzo non abbia proprio tutti i torti….

2 pensieri su “Perché Linux non ha avuto – fino ad ora – la stessa fortuna di Windows? Perché è gratuito

  • Puo’ essere vero in parte…in realta’ secondo me molta gente ignora completamente la differenza tra un sistema operativo e un software applicativo e soprattutto ignora il fatto che Windows ha un prezzo, proprio perche’ se lo trovano installato sui pc acquistati. In questa ottica il discorso “prezzo alto -> buon prodotto” cade.

Lascia un commento