Xp prolungato di cinque mesi. Problemi in Vista?

Dei problemi che sta affrontando Microsoft con gli utenti che, al posto di Vista, preferirebbero avere Windows Xp abbiamo parlato proprio pochi giorni fa. E ora, dall’azienda di Bill Gates, arriva una prima risposta: gli utenti troveranno nei negozi, fino a giugno del 2008, il sistema operativo Windows Xp. La decisione è avvenuta dopo le forti proteste degli utenti (e quindi dei produttori di computer) obbligati ad acquistare macchine con Windows Vista preinstallato.

Tra i problemi principali lamentati dagli utenti (soprattutto le aziende) quello della compatibilità del software (Vista non sarebbe compatibile con alcuni programmi), anche se Microsoft minimizza l’accaduto, confermado che Windows Vista è il sistema operativo più venduto nella storia, con oltre 60 milioni di licenze. E intanto da autorevoli commentatori continuano le critiche a Vista.

Secondo Don Reisinger, di Cnet News, il fallimento di Microsoft è evidente. La multinazionale di Redmond, infatti, avrebbe impiegato moltissimi anni per far uscire un prodotto non innovativo. Mai visto, si legge in un editoriale, un avvio così sfortunato per un sistema operativo: costa troppo e richiede un hardware eccessivo rispetto a Xp, mentre il supporto driver è ancora troppo limitato.

Una critica, dunque, davvero molto forte. Sarei curioso di sapere cosa ne pensate. Davvero secondo voi si tratta di un fallimento in pieno, oppure c’è qualcosa che si salva? Microsoft avrebbe dovuto lavorarci di più, offrendo un sistema operativo più innovativo, oppure vi va bene Vista così com’è?

Lascia un commento