Cereali e amplessi rumorosi

Un Follini ma Vero particolarmente incentrato sui… succhi gastrici! Le storie più incredibili ma vere dal mondo con un paio di speciali “news erotiche”

 

UN SALUTO MOLTO PARTICOLARE
Quando tornava dal lavoro il merlo dei vicini la insultava pesantemente. E così una giovane e bella ragazza ucraina si è rivolta al tribunale degli animali ottenendo un risarcimento. È successo a Lecco, dove un bell’esemplare di merlo indiano, di proprietà di una facoltosa famiglia, ogni volta che la giovane tornava a casa non perdeva occasione di salutarla, dal giardino di fronte, in un modo un po’ particolare: “Buongiorno grandissima troia”. All’inizio la ragazza ha provato a ignorare il volatile; poi però la situazione è iniziata a starle stretta, considerato che il merlo la insultava, se così si può dire, anche quando lei tornava a casa con parenti o amici. Così il tribunale degli animali, registrato il “fattaccio” con una telecamera nascosta, non ha potuto far altro che multare i proprietari del merlo con un’ammenda simbolica di cento euro, obbligandoli però a rieducare l’animale. In particolare, secondo la sentenza, il merlo avrà un mese di tempo per sostituire dal proprio “vocabolario” l’usuale “Buongiorno grandissima troia” con un “Buongiorno signorina”. Sembra che, a spese del padrone, il merlo verrà inviato in un centro di rieducazione d’oltralpe ad apprendere le buone maniere.

 

LA SEXY-GUIDA DELLO STUDENTE
Una guida dello studente con, all’interno, inserzioni e consigli per entrare a far parte del mondo della pornografia? Non è uno scherzo, è successo davvero all’università di Amsterdam. Per la prima volta da diverso tempo all’interno del libro – importantissimo per ogni universitario – che spiega come orientarsi all’interno dei corsi di studio, sono state inserite delle pubblicità per combattere la crisi economica e soprattutto i tagli all’istruzione. Purtroppo, però, rettore e insegnanti devono aver vigilato poco sulle pubblicità, perché proprio a metà del libro compaiono degli annunci e dei consigli su come diventare “professionisti” del sesso, partecipare a riprese di film erotici o aprire un’attività “in proprio” su internet con le webcam. L’università ha già annunciato di aver ritirato i libri dalla circolazione e di aver denunciato la società “Mediadam BV”, responsabile della pubblicazione dei testi. La società, dal canto suo, si scusa ma ammette: “L’ateneo non avrebbe mai potuto stampare migliaia di testi a costo zero senza questo tipo di pubblicità, decisamente molto remunerativa“.

 

MARTINSICURO, DIVIETO DI AMPLESSI RUMOROSI NEI CONDOMINI
Gli abruzzesi – lo abbiamo visto in molte occasioni – sono persone tenaci, forti, risolute. Ma anche molto “focose”: basti considerare quello che è successo a Martinsicuro, nel Teramano, dove il sindaco Abramo Di Salvatore, stanco delle continue denunce arrivate al Comune per “amplessi rumorosi nei condomìni”, ha deciso di pubblicare un’ordinanza sindacale che punisce con una sanzione fino a 500 euro chi “specialmente di notte, disturba la quiete negli spazi condominiali”. L’ordinanza punta soprattutto a far cessare gli “abusi vocali” dei clienti delle lucciole che consumano sesso negli appartamenti a luci rosse. Si tratta della prima ordinanza del genere in Italia, e forse proprio per questo possiamo dire ufficialmente che Martinsicuro è al momento la città più “focosa” d’Italia. Non ci credete? Guardate il video che vi proponiamo in anteprima!

 

VOMITA ALLO STADIO, ARRESTATO
Se avete lo stomaco “debole” allora è meglio che cambiate pagina. Perché la notizia che state per leggere riguarda dei bruttissimi minuti vissuti da alcuni tifosi allo stadio. Siamo a Philadelphia, negli Stati Uniti, dove un ventunenne, durante una partita di baseball, è stato condannato a un mese di carcere (incredibile, avete capito bene!) per aver vomitato addosso a un altro spettatore e alla sua bambina di 11 anni. Una volta uscito di prigione, il ragazzo dovrà anche lavorare per 50 ore in una comunità. La crudeltà della pena deriva dal fatto che il padre e la bambina, vittime innocenti dell’”assalto gastrico”, hanno denunciato l’uomo per danni morali: per diversi giorni non sono riusciti a mangiare nulla, e ora non vogliono più tornare allo stadio perché altrimenti rischiano anch’essi, nel ricordo, di vomitare. Sembra, infatti, che il liquido “ricevuto” fosse estremamente abbondante: il ragazzo, che poteva anche cercare di rimettere in un angolo e soprattutto che poteva evitare di farlo addosso a una bambina, aveva infatti bevuto diverse birre ed era uscito da poco da un fast-food.

 

UNO SPECIALE REGALO NEI CEREALI
Spesso, nella nostra rubrica del Follini ma Vero, abbiamo parlato delle strane “cose” che si trovano all’interno degli alimenti. Può capitare: una rana nell’insalata, uno scarafaggio nei piselli. Ma mai avevamo pensato che all’interno di un pacco di cereali, si potesse trovare addirittura un… assorbente femminile usato! È successo in Francia, dove una coppia ha denunciato il supermercato, dove ha fatto l’acquisto, l’azienda produttrice dei cereali e anche – visto che c’erano – l’azienda incaricata del trasporto. In particolare, secondo quanto riportato dalla polizia, si tratterebbe di un assorbente interno, modello Tampax. Purtroppo la scoperta non è avvenuta al momento dell’apertura della scatola, ma diversi giorni dopo: l’assorbente, infatti, si trovava sul fondo. L’anziano signore che ha mangiato i cereali ha prima rimesso tutto quello che aveva mangiato, poi si è presentato al pronto soccorso pretendendo una lavanda gastrica. Ma non era meglio, care signore dell’azienda produttrice di cereali, utilizzare il tanto pubblicizzato FleurCup?

Lascia un commento