Ladri di pene, “palle” di toro

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

Ha fatto il giro del mondo la notizia dell’arresto, in Congo, di 13 ladri di pene. E per restare in tema, la Florida bandirà i finti testicoli di toro decorativi dai cruscotti delle auto

CONGO, ARRESTATI 13 SOSPETTI LADRI DI PENE
Alcuni villaggi del Congo hanno passato una brutta settimana, e la notizia è stata trattata addirittura dall’autorevolissima Cnn. Pare che la polizia abbia arrestato 13 sospetti maghi per aver usato la magia nera per rubare o rimpiccilolire i peni (avete capito bene!) di alcune vittime. In molte parti dell’Africa rimangono vive le credenze di religioni locali e stregonerie, legate a rituali e assassini; nel Congo, però, nelle ultime settimane si era sparsa la voce dei cosiddetti “penis snatching”, ovvero i “ladri di pene”. Le dicerie sono passate presto su radio e giornali, che parlavano di uomini con anelli d’oro il cui solo tocco poteva rimpicciolire o far sparire i genitali maschili. La polizia ha riferito che in molti si presentavano nei posti di primo soccorso “assolutamente convinti di aver perso il pene o di essere diventati impotenti” e ha poi scoperto che i “ladri di pene” estorcevano poi denaro alle vittime per le cure necessarie a un fantomatico ritorno alla normalità.

LADRO TENTA RAPINA IN POMPE FUNEBRI E SI FINGE MORTO
Brutta avventura per un ladro che aveva fatto irruzione, nottetempo, in un’agenzia di pompe funebri di Burjassot, piccola cittadina alle porte di Valencia, in Spagna. Una notte, svegliati dal rumore di una vetrina in frantumi, alcuni abitanti hanno chiamato la polizia, che è arrivata prontamente di fronte alla sede dell’agenzia di pompe funebri “Crespo”. Entrati, gli agenti hanno trovato un ragazzo di 23 anni che giaceva – fingendosi morto – all’interno di una delle bare. Purtroppo, però, il proprietario arrivato qualche minuto dopo ha riconosciuto subito l’intruso: il ragazzo, infatti, respirava e inoltre aveva dei normalissimi vestiti addosso. Il ragazzo è stato, ovviamente, immediatamente arrestato. Tra l’altro l’irruzione è stata anche curiosa: all’interno dei locali, infatti, non c’era alcun oggetto di valore.

BULGARIA, AL MERCATO SCAMBIA LA MOGLIE PER UNA CAPRA
Delle mogli pagate con i cammelli già si sapeva; ora, però, arrivano anche gli scambi delle donne con le capre. È successo al mercato di Plovdiv, nel centro della Bulgaria, dove un contadino di nome Stoil Panayotov ha barattato la moglie, con cui era sposato da nove anni, con una capra di otto anni. “La capra ha finora partorito tre caprette – ha spiegato l’uomo – mentre mia moglie non ha figliato. Ma lo scambio – ha poi assicurato – è stato un affare anche per il proprietario dell’animale: io ho una capra di seconda mano e lui una nuova moglie”.

USA, BANDITI DA AUTO E CAMION I TESTICOLI DI TORO DECORATIVI
Alcuni senatori della Florida hanno deciso di bandire da auto e camion i falsi testicoli di toro appesi allo specchietto retrovisore per decorazione (e, chissà, anche per scaramanzia o per mostrare la virilità degli autisti). Secondo i legislatori, infatti, i testicoli di toro sono assolutamente offensivi della moralità; da ora in poi chi sarà sorpreso dagli agenti a mostrare cotanta virilità sarà costretto a pagare una multa di 60 dollari. Tra l’altro si è aperto sui media locali un ampio dibattito sulla libertà di espressione in auto; ma i senatori della Florida favorevoli al provvedimento hanno annunciato di non voler sentire ragioni e di voler tentare di inserire la clausola nel Codice della strada.

Lascia un commento