Nonnetti e note spesa

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

Nonnetti spacciatori? Strane note spesa? Sesso al Carrefour? Le “Follini” tornano più forti che mai

LA NOTA SPESE UN PO’ PORNO
La notizia arriva fresca fresca da Londra e dobbiamo ammettere che già altri giornali ne hanno parlato, perché ha fatto davvero scandalo. Ma lo Stivale Bucato, soprattutto nel numero del suo compleanno, poteva uniformarsi alla stampa schierata e omologata italiana? Certo che no: per questo, in esclusiva, vi fornisce dei particolari davvero davvero incredibili! La notizia che forse già saprete è che la responsabile del ministero dell’Interno britannico, Jacqui Smith, è nei guai per due film a luci rosse visionati dal marito in pay-per-view e che sono stati inseriti nella nota spese della ministra. Il tutto a spese del contribuente britannico. A quanto sembra, i due film acquistati dal marito sarebbero – ecco l’esclusiva – “I vizietti anali delle collegiali” e il classico “Biancaneve sotto i nani”. Tra l’altro, in tutto il Regno sono in molti a pensare che con una moglie così (la Smith, in effetti, non sarebbe proprio simile a una top-model) non c’è niente di male a guardare un film porno! I due film, dicevamo, sono stati acquistati e guardati nella casa di famiglia a Redditch, nell’Inghilterra centrale, l’1 e il 6 marzo 2009, giorni in cui la ministra era a Londra per sbrigare gli affari di governo. Ma – incredibile – del pasticcio è responsabile, più che il marito, la stessa Jacqui, che per sua ammissione ha detto di aver erroneamente inserito nella sua nota spese di aprile le 67 sterline (circa 72 euro) dell’abbonamento alla televisione. “Mi scuso per la svista, restituirò tutto”, ha semplicemente detto il ministro, di cui molti ormai chiedono le dimissioni: tutte le spese della pubblica amministrazione, infatti, in Inghilterra sono diffuse “in chiaro” su internet. Chissà cosa succederebbe se si analizzassero le note spese dei ministri nostrani!!!!

 

SCANDALO AL CARREFOUR DI PONTECAGNANO PER DUE AMANTI FOCOSI
La notizia, tutta italiana, proviene da Pontecagnano, in provincia di Salerno, ma, forse perché molto imbarazzante, i nostri giornali e telegiornali l’hanno abbastanza snobbata. Ma è davvero degna di nota. Teatro della vicenda, l’ipermercato Carrefour nel centro commerciale Maximall. Protagonista una donna, che si trovava a fare spese col marito. Nella stessa zona, però, era presente anche l’amante della donna, che aveva con lei un appuntamento alla toilette per… dieci minuti di sano divertimento! E così, fatte le compere, la donna con uno stratagemma ha fatto allontanare il marito e si è diretta in bagno. Ad attenderla, così come previsto, l’amante, che ha rispettato le attese. Ma quella che doveva essere una sveltina si è trasformata in una mezza tragedia. Forse a causa della posizione particolare dovuta alle ristrettezze del bagno, o forse per una particolare erezione dell’uomo, i due si sono letteralmente… incastrati. E non sono riusciti più a staccarsi. Preoccupato dalla lunga attesa, così, il marito della donna è tornato all’interno del supermercato e ha notato una piccola folla che si era radunata all’entrata dei bagni. Entrato dentro, si è trovato davanti all’incredibile scena ed è anche stato colto da malore. A “liberare” i due malcapitati è arrivata in aiuto anche un’ambulanza. Della notizia si continua a parlare da giorni in città. Ed è incredibile anche il fatto che in molti hanno vinto un terno al Lotto giocando proprio i numeri legati alla vicenda!

 

IL DVD (NUOVO) CON FILMETTO PORNO DI SERIE
Siamo costretti a continuare a parlare di cinematografia erotica per una notizia che arriva dagli Stati Uniti. Dove un padre di famiglia si è recato da Best Buy, famosa catena di ipermercati, per acquistare ai figli un lettore Dvd. Fin qui niente di male. Peccato, però, che all’interno del lettore ci fosse già un disco inserito. Un regalo? Un’offerta? Un pacchetto di film gratuiti? Niente di che. Si trattava di “Buckets of Cum”. Un famoso film erotico d’oltreoceano, che in Italia si tradurrebbe… beh lasciamo perdere. Tra l’altro l’uomo, nello sporgere denuncia, ha anche scattato una foto che sta facendo il giro del mondo, e che ovviamente lo Stivale vuole aiutare a diffondere.

 

PARAPLEGICO RI-CAMMINA DOPO MORSO DI RAGNO
Chiudiamo la carrellata delle notizie più pazze della settimana con una bella storia (ogni tanto ci vuole). Un uomo paraplegico costretto su una sedia a rotelle per oltre vent’anni è tornato a camminare dopo essere stato morso da un ragno. Per i medici è un miracolo; a molti altri sembra una specie di pesce d’aprile, ma proprio non lo è. L’uomo aveva avuto un incidente stradale in motocicletta ben 21 anni fa. All’inizio si pensava fosse morto, poi la bella notizia funestata subito da un’altra: non avrebbe più camminato. E invece, mentre si trovava vicino al deserto del Nevada con la sua sedia a rotelle, un dolore fortissimo e uno svenimento, dovuti appunto al morso di un pericoloso ragno. Ma improvvisamente, risvegliatosi, l’uomo – invece di perdere la vita – ha sentito di nuovo le gambe. Cinque giorni dopo, proprio come un miracolo, ha iniziato a camminare da solo, senza alcun aiuto. E allora, ci rivolgiamo ai medici: perché non iniziare a studiare le cure benefiche dei ragni?

 

IL NONNETTO SPACCIATORE
Spostiamoci in Africa per una notizia davvero sensazionale. La squadra antidroga della polizia nigeriana ha infatti annunciato, alcuni giorni fa, di aver arrestato un uomo di ben 114 anni colpevole di nascondere, all’interno della sua abitazione, cento confezioni di cannabis. L’uomo, chiamato Sulaimon Adebayo e nato nel 1895, si è difeso spiegando di non sapere da dove venisse tutto quel materiale proibito. Purtroppo la polizia non gli ha creduto e l’uomo è stato condotto in carcere. Nonostante la sua età. Le autorità nigeriane hanno insistito molto sulla notizia, spiegando che grazie al sequestro è stata evitata la morte di centinaia e centinaia di persone, che avrebbero potuto fumare la cannabis venduta e smerciata dal vecchietto. Quando si dice: meglio continuare a lavorare (e restare attivi) che andare in pensione!

Lascia un commento