Si prega di non morire

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

In una città francese il sindaco ha deciso che i suoi cittadini non possono morire. Se viaggiate con la Go!Airlines, sperate che i piloti abbiamo preso un caffè

IL CIMITERO È PIENO E IL SINDACO CHIEDE DI NON MORIRE
Tempi duri per gli anziani abitanti di una cittadina francese nei pressi di Bordeaux, nella parte sud-ovest della Francia. Il sindaco di Sarpourenx, infatti, ha chiesto ai propri abitanti di non morire, pena una salatissima multa, perché non c’è più spazio nell’affollatissimo cimitero comunale. L’ordinanza di Gerard Lalanne, questo il nome del sindaco, è rivolta a tutti e 260 i cittadini che non hanno un posto “prenotato” all’interno del camposanto. La decisione, ovviamente provocatoria, arriva dopo il rifiuto da parte del tribunale amministrativo della cittadina confinante, Pau, di concedere l’espropriazione da parte del comune di Sarpourenx di un terreno privato in disuso per ampliare il cimitero.

UN PISOLINO DI 25 MINUTI MENTRE PILOTANO UN AEREO
Strage sfiorata nei cieli statunitensi poco meno di una settimana fa. Due piloti della Go!Airlines hanno mancato l’avvicinamento all’aeroporto di Hilo, nelle Hawaii, superandolo di centinaia di miglia, perché si erano addormentati. Ancora non si sanno i motivi dell’improvviso colpo di sonno collettivo. Si sa, però, che per circa 25 minuti dalla torre di controllo non c’è stato verso di contattare i due piloti, che si sono svegliati solamente grazie a un insistente allarme carburante proveniente dalla plancia di comando. I due, in ogni caso, hanno immediatamente invertito la rotta e con una manovra pericolosissima sono riusciti a fare atterrare l’aereo. In un comunicato stampa la Go!Airlines ha “chiarito” che “non esistono protocolli che prevedono che i piloti possano addormentarsi in volo”.

GIAKARTA, VERNICE SU CHI NON PAGA IL BIGLIETTO DEL TRENO
Tempi duri per i pendolari che viaggiano sul tetto dei vagoni per non pagare il biglietto, pratica molto diffusa in Indonesia come in altri paesi asiatici e africani. Un’usanza che oltre ad essere molto pericolosa fa perdere migliaia di euro l’anno – causa biglietti non incassati – alle ferrovie locali. Per estirpare questa usanza le autorità indonesiane hanno deciso di “innaffiare” con del liquido colorato (rilasciato probabilmente da un ponte sulla ferrovia) i trasgressori, che al loro arrivo in stazione saranno facilmente identificati e multati. Nella sola Indonesia negli ultimi due anni i passeggeri morti per essere caduti sono almeno 53. Chissà se una legge simile non potrebbe, anche in Italia, risanare i conti delle Ferrovie dello Stato!

ARRESTATI PER AVER PAGATO LA MENSA SCOLASTICA CON CENTESIMI DI DOLLARO
Diceva zio Paperone (ma anche Silvio Berlusconi) di essere diventato ricco mettendo da parte un centesimo al giorno. Sarà forse per seguire le orme dei “grandi” che 29 studenti di terza media della Readington Township School del New Jersey, negli Stati Uniti, hanno deciso di pagare i loro pranzi solamente con monetine da un centesimo di dollaro. I ragazzi hanno spiegato di aver inscenato la protesta per chiedere una migliore qualità nei cibi forniti dalla mensa. I 29 studenti, che hanno consegnato un totale di 5.800 monetine da un centesimo, passeranno due giorni in una prigione federale.

Lascia un commento