“Vendo la mia vita su eBay”

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

Un simpatico uomo australiano ha messo all’asta su internet tutta la propria vita, dalla casa alla moto al posto di lavoro, persino le mutande leopardate. Peccato che alla fine il prezzo dell’asta…

Era iniziata nel migliore dei modi l’avventura di Ian Usher, quarantaquattrenne australiano di Perth, che per la voglia di mollare tutto e di calarsi in toto nella vita di un’altra persona ha deciso di vendere in blocco al miglior offerente casa, automobile, moto, barca, vestiti, amici e persino il posto di lavoro in un negozio di tappeti. Dove? Su eBay. A partire da un dollaro.

La decisione era maturata già a marzo, quando Ian era stato improvvisamente piantato dalla moglie Laura (da lui definita “la migliore ragazza del mondo”): ecco perché questo taglio netto sul passato. “La mia vita qui a Perth – ha spiegato l’uomo – è fantastica, ma voglio chiudere e incominciare daccapo altrove. Per questo vendo tutto, dal contenuto del mio guardaroba al bollitore, dai coltelli all’automobile”. La decisione di vendere l’intero “set” della sua vita, ha detto ai tanti cronisti che lo hanno intervistato, gli sembrava più spedita e pratica della vendita a spizzichi e bocconi. Per la serie: se dobbiamo toglierci il dente, togliamocelo subito.

L’asta è stata decisamente molto conveniente: Usher, infatti, risiedeva in un’ariosa villetta con tre camere da letto a circa mezz’ora di treno da Perth (città sempre assolata e con un ottimo clima); aveva un’automobile Mazda, una potente moto Kawasaki, attrezzature per surfing e diving e un grande televisore a schermo piatto.

Le offerte sono arrivate per la maggior pare dell’Australia, ma anche dal resto del mondo, Gran Bretagna in testa. Purtroppo l’asta non è andata a finire come si sperava: degli almeno 320mila euro previsti, l’uomo ne ha guadagnati soltanto 241mila, prezzo che non va a coprire nemmeno il costo della sola casa.

“Sono abbastanza dispiaciuto di come sono andate le cose – ha ammesso Usher visibilmente provato per un affare che sicuramente non va a suo vantaggio – ma ho deciso comunque di partire, anche se mi aspettavo di avere in tasca molti più soldi”. L’uomo inizialmente si era dichiarato molto sorpreso dall’attenzione mediatica ricevuta.

Lascia un commento