Berlino, 13enne uccide coetanea. "Massacrata per un mp3"

Nuovo caso di violenza tra giovanissimi. Germania sotto shock
A scatenare la tragedia una lite per il possesso di lettore Player

Berlino, 13enne uccide coetanea
“L’ha massacrata per un mp3”

di DANIELE SEMERARO

BERLINO – E’ morta a soli tredici anni per un lettore mp3, assassinata da un suo coetaneo. E’ questa l’agghiacciante ricostruzione fornita dagli investigatori tedeschi che da sabato erano alla ricerca di Jennifer, la ragazzina che sembrava svanita nel nulla a Chemnitz, una piccola località nella Germania Est. L’omicidio sarebbe avvenuto dopo una lite per il possesso di un mp3-player. Ieri sono scattate le manette (ma la notizia è stata diffusa solo oggi) per il giovanissimo omicida che, nella prima fase delle indagini, aveva addirittura partecipato alle prime fasi della ricerca della piccola Jennifer. Gli inquirenti, secondo le prime indiscrezioni, potrebbero già contare su una parziale confessione, anche se mancano alcuni riscontri alla versione fornita dal giovane assassino.

La scena dell’omicidio è un’area desolata ad Annaberg dove sorge un’ex fabbrica ormai in disuso. Il ragazzino avrebbe picchiato a morte Jennifer cercando di occultarne il cadaverne ricoprendolo con i detriti recuperati nel capannoni della fabbrica.

L’omicidio della ragazzina tedesca è solo l’ultimo episodio di violenza del genere in Germania. Un allarme era stato lanciato appena due settimane fa dal ministero della Sicurezza: nel suo rapporto annuale aveva messo in guardia dal pauroso incremento di casi che riguarda il mondo degli adolescenti.

(24 maggio 2006)

Lascia un commento