Diplomi falsi, arrestata una preside. Denaro in cambio di compiti corretti


Un imprenditore in manette e altri tre docenti dell’Istituto denunciati a piede libero. Sono accusati di aver “regalato” diplomi a decine di privatisti

Diplomi falsi, arrestata una preside
denaro in cambio di compiti corretti

ISOLA DEL LIRI (FR) – Una preside e un imprenditore in manette e altri tre professori denunciati a piede libero. L’accusa, per tutti, di aver “regalato”, dietro pagamento, il diploma di maturità a decine di privatisti che partecipavano all’esame di stato. È accaduto all’Istituto Professionale di Isola del Liri, un piccolo paese a poco più di venti chilometri a ovest di Frosinone.

Secondo quanto riferiscono gli uomini della squadra mobile del capoluogo ciociaro, diretti dal vice questore Cristiano Tatarelli, questa mattina è stata arrestata la professoressa Gemma De Filippis, dirigente scolastico dell’Istituto Industriale, accusata di corruzione e concussione per aver intascato somme di denaro in cambio della totale correzione dei compiti. Per una cifra che si aggirava tra i cinquecento e i cinquemila Euro, a seconda della preparazione del candidato privatista che si presentava davanti alla commissione d’esame, infatti, la preside assicurava la promozione. La donna, inoltre, percepiva percentuali dai fornitori dell’Istituto: in manette anche un imprenditore romano, Riziero Vittorini. La denuncia è scattata anche per tre professori dell’Istituto e altri due imprenditori della zona.

La De Filippis già qualche anno fa, quando era preside dell’Istituto Tecnico per le Attività Sociali (Itas) di Sora, era rimasta coinvolta in una storia relativa alla vendita di diplomi falsi.

(10 novembre 2005)

Lascia un commento