E Firefox chiede ai suoi utenti: "Create voi la nostra pubblicità"


Originale idea del browser web avversario di Explorer: centinaia le proposte. Il vincitore è stato scelto da una giuria di registi, attori, esperti di marketing

Firefox, un concorso tra gli utenti
“Create voi la nostra pubblicità”

di DANIELE SEMERARO

GUARDA I VIDEO MIGLIORI

ROMA – “Create un videoclip di 30 secondi, di qualunque tipo (con personaggi veri o cartoni animati), che pubblicizzi il browser Firefox ai milioni di utenti della rete che ancora lo devono scoprire”. “Firefox Flicks”, così si chiama il concorso, è stato lanciato all’inizio dell’anno, in concomitanza con il rilascio della versione 1.5 del navigatore open source più famoso al mondo. Scopo della competizione, raccogliere filmati da diffondere per aumentare la notorietà del “browser della volpe”. Il vincitore, che si è aggiudicato un buono-spesa di 5mila dollari, è stato scelto da un’autorevole giuria, composta da registi, attori e esperti di marketing.

Tra i punti di forza di Firefox, il “browser alternativo” e avversario di Microsoft Internet Explorer, un innovativo e veloce sistema di visualizzazione delle pagine e un’interfaccia intuitiva che blocca virus, pop-up, pubblicità e spyware.

E così gli organizzatori del concorso hanno chiesto ai concorrenti di puntare molto, nei propri video, proprio su questi punti di eccellenza. La pubblicità, inoltre, doveva essere orientata verso la fascia del pubblico meno esperto, che “scarica e installa software, che usa il web per leggere e-mail e informarsi, che effettua operazioni bancarie e acquisti online”. “Questi utenti – spiegano alla Mozilla Foundation – utilizzando altri sistemi di navigazione potrebbero essere incappati in brutte esperienze con spyware, virus e attacchi informatici. Noi vogliamo fargli capire come il nostro browser possa migliorare la loro vita”.

Nonostante la maggior parte dei clip inviati dagli utenti siano produzioni amatoriali, alcuni di essi sono davvero divertenti e molto ben diretti. La competizione si è chiusa il 27 aprile, e i vincitori, scelti tra oltre trecento utenti di tutto il mondo, sono stati annunciati al Festival Internazionale del Film di San Francisco. Il primo premio è stato assegnato al clip “Daredevil”, diretto da Peter Macomber, che verrà anche incluso tra le nomination del prossimo Festival della Pubblicità di New York.

La protagonista di “Daredevil” è Ella, una ragazza il cui browser (Firefox, per l’appunto) è come una tavola da surf (non a caso in inglese “navigare su internet” si dice “surf the web”) che la protegge dai rischi dell’oceano. Il video, nella motivazione dei giudici, lascia spazio all’immaginazione, coinvolge lo spettatore ed è molto originale. Macomber, già esperto nel campo perché da cinque anni lavora alla realizzazione di pubblicità e dei video musicali, ha spiegato di aver progettato e costruito lo spot utilizzando solamente apparecchiature e software amatoriali. La musica che si sente in sottofondo, inoltre, è stata composta da una non meglio specificata “band messicana”.

“La cosa più bella del concorso – ha spiegato Peter Macomber – è che non ci sono vincitori né vinti. Qui hanno vinto tutti: gli aspiranti registi infatti hanno avuto la possibilità di dimostrare la loro bravura davanti a un pubblico molto vasto. E per di più ora Mozilla ha a disposizione oltre 300 spot da trasmettere per pubblicizzare Firefox”.

Molto soddisfatti, ovviamente, anche gli stessi organizzatori: “La risposta a Firefox Flicks è stata fantastica, e i video sono arrivati da ogni parte del mondo – ha detto Asa Dotzler, coordinatore della comunità degli utenti di Mozilla -. È bello sapere che tutti coloro che hanno partecipato sono uniti da un’unica passione, quella per il nostro browser e il software libero”. Dello stesso avviso il vicepresidente di Mozilla Foundation, Cristopher Beard, che sottolinea soprattutto “l’energia e l’entusiasmo” che la comunità degli utenti continua a mettere in ogni iniziativa.

Non solo il primo video classificato merita una menzione. “Whee” di Jeff Gill, secondo in classifica, prende in giro gli altri browser concorrenti di Firefox. In “Fox Fever” di Andrew N. Green (arrivato terzo), invece, la protagonista è una ragazza vestita da volpe (il logo di Firefox) che combatte con personaggi ambigui che rappresentano i virus, gli spyware e i pop-up: difficile non divertirsi.

(5 maggio 2006)

(Nella foto: Un fotogramma da “Psychiatric Labs”)

Lascia un commento