Egeo, scontro in volo tra caccia greco e turco

Tre piloti (uno è stato ritrovato) sono caduti in mare. In corso le ricerche
La collisione è avvenuta al largo di Karpathos, nel Dodecanneso

Egeo, si scontrano due caccia
Atene: “I turchi sconfinano spesso”

di DANIELE SEMERARO

ATENE – Due aerei militari, un caccia F-16 da combattimento dell’aviazione militare greca e un velivolo da ricognizione RF-4 turco si sono scontrati in volo stamani nel cielo sopra Karpathos, la più meridionale delle isole del Dodecanneso, nel mar Egeo.
Ne ha dato notizia un portavoce del ministero della Difesa greco citato da alcune tv locali e dalla Cnn.

Al momento, ha reso noto il ministero della Difesa ellenico, elicotteri Puma della Marina e motovedette della Guardia costiera si stanno dirigendo a tutta velocità verso il tratto di mare dove i piloti (uno greco, due turchi) sarebbero caduti in acqua. La televisione Ntv ha riferito che uno dei piloti turchi, Halil Ibrahim Ozdemir, è stato tratto in salvo da una nave civile a circa 100 miglia dalla costa. Tecnicamente, i due jet erano impegnati in un’azione di reciproco “ombreggiamento”, cioè una ricognizione tattica aerea del nemico.

Secondo un portavoce dell’Aeronautica di Atene, citato dall’Adnkronos, la collisione si è verificata dopo che il caccia turco ha violato lo spazio aereo greco. L’incidente, rilevano diversi commentatori radio-televisivi, era temuto da tempo. Sono anni, infatti, che i caccia turchi in formazione violano costantemente lo spazio aereo ellenico. In genere i velivoli con la mezzaluna rossa vengono riconosciuti e intercettati dai caccia greci e fatti allontanare. Spesso, però, gli aerei ingaggiano rischiosi combattimenti simulati che, come sembrerebbe per il caso odierno, possono concludersi con una collisione in volo.

La Turchia ha reso noto che il capo delle Forze armate si è messo in contatto con il collega greco. Secondo Ankara, l’aereo turco “era in volo di addestramento di routine ed è stato ostacolato da velivoli dell’aeronautica militare greca”.

Nel 1996, Grecia e Turchia, divise dalla questione cipriota, arrivarono sull’orlo della guerra a causa di una disputa su un isolotto disabitato conteso dai due Paesi, Imia per i greci, Kardak per i turchi.

(23 maggio 2006)

(Nella foto: L’isola di Kárpatos, in Grecia – da Google Earth)

Lascia un commento