Federcalcio, Guido Rossi nuovo commissario straordinario

È tra i massimi esperti italiani di diritto societario
Ha guidato la Consob, Ferfin-Montedison e Telecom Italia

Federcalcio, arriva Guido Rossi
sarà il commissario straordinario

di DANIELE SEMERARO

GUIDO Rossi, 75 anni, da oggi commissario straordinario della Federcalcio, è nato il 16 marzo del 1931, si è laureato in giurisprudenza all’università di Pavia e nel 1954 ha conseguito il Master of laws ad Harvard. È stato professore ordinario di diritto commerciale presso le università di Trieste, Venezia, Pavia e successivamente presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università Statale di Milano e nell’Università Bocconi.

Fra i massimi esperti italiani di diritto societario, è stato presidente della Consob, l’organismo di vigilanza sulla borsa, dal 15 febbraio 1981 al 10 agosto 1982 e senatore (nella sinistra indipendente) nella decima legislatura. Fra le attività parlamentari, si ricorda la presentazione del disegno di legge antitrust del maggio 1988.

È autore di diversi volumi, tra i quali, in particolare, “Il fallimento nel diritto americano” del 1956, “Trasparenze e vergogna. Le società e la borsa” del 1982, “La scalata del mercato” del 1986, nonché di numerosi studi monografici in tema di società, impresa, mercati mobiliari e legislazione antitrust (tra questi in particolare lo studio: “Antitrust e teoria della giustizia” del 1995). Le sue ultime opere di grande diffusione sono state “Il conflitto epidemico” e “Il gioco delle regole” del 2003.

Rossi è stato, inoltre, presidente del gruppo Ferfin-Montedison dal giugno 1993 al febbraio 1995 e della Telecom Italia Spa dal 30 gennaio 1997 al 28 novembre 1997.

(16 maggio 2006)

(Nella foto: Guido Rossi)

Lascia un commento