Messina, due fratelli uccisi in un agguato in pieno centro

Paolo e Carmelo Giacalone stavano ristrutturando il proprio bar
I due avevano precedenti penali e affiliazioni con la mafia

Messina, agguato in pieno centro
killer uccidono due fratelli

di DANIELE SEMERARO

MESSINA – Agguato mortale in pieno centro di Messina. Vittime i fratelli Paolo e Carmelo Giacalone, rispettivamente 33 e 30 anni.

Secondo una prima ricostruzione, i due, che stavano lavorando alla ristrutturazione di un bar di loro proprietà, la “Caffetteria 2000”, intorno alle 13.30 sarebbero stati centrati da numerosi colpi di pistola calibro 7,65 sparati da due killer a bordo di un motorino. I fratelli Giacalone avrebbero anche tentato la fuga, ma inutilmente.

Carmelo è morto sul colpo, mentre il fratello è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Piemonte, dove è deceduto poco dopo le 14. Sul luogo della sparatoria gli investigatori hanno trovato una calza nera e cinque bossoli.

I fratelli Giacalone avevano precedenti penali. In particolare, Paolo era ritenuto affiliato al clan Ventura di Camaro ed era indagato nelle operazioni antimafia “Mata e Grifone” e “Sole d’autunno”. Nel suo passato, anche accuse per rapine in banche e uffici postali.

(11 aprile 2006)

Lascia un commento