Microsoft e Mtv sfidano la Apple: apre "Urge", il negozio online di musica digitale

Il “negozio online” di musica digitale integrato in Windows Vista
Per ora saranno disponibili due milioni di titoli, alcuni in esclusiva

Mtv e Microsoft sfidano Apple
nasce “Urge”, l’iTunes-killer

E parte la scommessa delle aziende del settore: battere l’iPod

di DANIELE SEMERARO


ROMA – iTunes, il più famoso negozio online di musica digitale e prodotti multimediali targato Apple avrà molto presto un temibile avversario. Tra pochi giorni, infatti, nascerà – grazie a uno storico accordo tra Microsoft e Mtv – quello che è stato definito l’iTunes-killer: il suo nome è Urge.

Nato dalla partnership tra due colossi, quello del software (Microsoft) e quello dell’intrattenimento (Mtv), Urge si avvale anche della collaborazione di Cmt (Country Music Television) e WH1, uno dei siti musicali più visitati della rete. Il lancio del nuovo sistema avverrà quasi in contemporanea con quello del nuovo Media Player della Microsoft, giunto all’undicesima versione (in prova è già scaricabile gratuitamente da internet). Il funzionamento sarà del tutto simile a quello del rivale iTunes: l’utente, direttamente dal Media Player o in alternativa dai siti Microsoft e Mtv, potrà navigare all’interno di una grande libreria musicale, dove potrà ottenere informazioni su brani, album, artisti, classifiche. Una volta scelto cosa comprare, basterà trascinare col mouse il prodotto nel carrello e completare la transazione: in pochi secondi il brano musicale sarà trasferito sul computer.

Al momento del lancio saranno disponibili circa due milioni di brani. Tra questi ci saranno anche alcuni titoli in esclusiva, come ad esempio le performance canore andate in onda all’interno dei programmi televisivi di Mtv. Sarà possibile, inoltre, collegarsi a 130 differenti stazioni radio online.

Anche i prezzi dovrebbero essere allineati a quelli dei principali rivali: 99 centesimi di dollaro per scaricare una canzone. Saranno inoltre disponibili (cosa che su iTunes non esiste) anche due tipi di abbonamento al servizio: 10 dollari al mese per scaricare in maniera illimitata i brani e ascoltarli sul proprio computer, 15 dollari al mese per poterli anche trasferire su un dispositivo portatili (ma l’iPod, il riproduttore di musica digitale più diffuso al mondo, non è – ovviamente – compatibile).

Secondo le indiscrezioni che trapelano da numerosi siti web del settore gli introiti maggiori arriveranno proprio dalla vendita dei riproduttori musicali compatibili: decine di lettori di ogni tipo targati Urge con ogni probabilità invaderanno il mercato entro il periodo natalizio. Per adesso sono già disponibili alcuni apparecchi progettati da importanti aziende del settore (Samsung, Creative, iRiver).

“La chiave del successo della Apple – spiegano gli analisti – è che ha creato un intero ecosistema” che va dalla procedura di scaricamento dei brani all’hardware appositamente creato per ascoltarlo. “Ciò che Microsoft sta tentando di fare è creare una cosa del tutto simile”.

Dopo il lancio dei servizi di “download legale” targati Napster e RealNetworks, che per adesso non sono riusciti a mettere in difficoltà la Apple di iTunes, quella di Urge sembra la vera grande sfida dell’anno. Il nuovo sistema, infatti, essendo integrato (così come iTunes è integrato in tutti i computer targati Mac) nel prossimo Windows Vista e nella nuova versione di Windows Media Player (disponibile anche per Xp), offrirà a tutti gli utenti Microsoft un’estrema facilità di collegarsi, scaricare musica ed effettuare pagamenti.

Fino ad ora nessun concorrente è riuscito a spostare Apple dal trono di principale distributore di musica digitale: l’iPod, infatti, dal 26% del 2003 è diventato oggi il leader assoluto, con una diffusione sul mercato dell’80%.

(15 maggio 2006)

(Nella foto: Urge sarà integrato in Windows Vista e in Windows Media Player 11)

Lascia un commento