Microsoft, rilasciato maxi-update per Windows

L’azienda di Bill Gates ha rilasciato uno dei più corposi update
Andranno a correggere bachi di WinXP, Office e Internet Explorer

“Aggiornate subito Windows XP”
Microsoft corregge 12 problemi

Inoltre, scade a luglio il supporto per i sistemi Windows 98 e Me

di DANIELE SEMERARO

ROMA – Microsoft ha rilasciato uno dei più corposi aggiornamenti di sicurezza degli ultimi anni, che andranno a correggere 12 problemi noti dei sistemi Windows. Di questi, uno è considerato “critico”, perché va a correggere una falla di cui gli hacker avrebbero approfittato per violare alcuni sistemi informatici. Il problema era stato scoperto alcune settimane fa. Gli utenti che utilizzano una copia genuina di Windows, spiegano da Redmond, sono invitati a installarli subito (per farlo, basta cliccare su Start e poi su Windows Update).

La Microsoft solitamente rende disponibili per i propri utenti le patches il secondo martedì di ogni mese, e l’aggiornamento di giugno è il più grande da un anno a questa parte. Questo non solo perché la società di Bill Gates sta prestando una maggiore attenzione ai problemi della sicurezza, ma anche a causa di una disputa legale che il gigante del software ha perso.

Il pacchetto di aggiornamento risolve innanzitutto due problemi presenti in Microsoft Office e uno presente nel server di posta elettronica Microsoft Exchange. In particolare, per quanto riguarda Office va a correggere un virus (Backdoor.Ginwui) che si trasmetteva tramite la posta elettronica e il programma di videoscrittura Microsoft Word.

Un altro aggiornamento, invece, lo dicevamo, è la conseguenza di una disputa in tribunale tra la Microsoft e la Eolas sulla tecnologia che sta dietro al browser Internet Explorer. Il dibattimento, che si è concluso con una multa di 521 milioni di dollari, ha obbligato l’azienda di Seattle a riprogrammare Internet Explorer. Al centro della disputa, la tecnologia ActiveX, che automaticamente si attivava quando l’utente visitava determinati siti, e che non rispettava alcuni standard di sicurezza. Fino ad ora gli utenti potevano scegliere, tramite le impostazioni del browser, di disattivare questa funzione. Da ora in poi, invece, sarà del tutto cancellata.

Da Microsoft, inoltre, arriva anche la notizia che non è possibile produrre gli stessi aggiornamenti per i sistemi Windows 98 e Millennium Edition, che in questo modo saranno vulnerabili alle falle scoperte nell’aprile scorso. Per risolvere il problema, infatti, sarebbe stato necessario riscrivere quasi interamente il codice di Windows Explorer utilizzato nelle vecchie versioni del sistema operativo. Considerato, però, che il supporto per queste due edizioni di Windows, ritenute ormai obsolete, scade l’11 luglio 2006, Microsoft ha deciso che non ne vale la pena.

“Raccomandiamo a tutti gli utenti che utilizzano le vecchie copie di Windows – fanno sapere – di aggiornare al più presto il sistema, scegliendo una versione più sicura, come Windows XP SP2”.

(13 giugno 2006)

Lascia un commento