"Origami" esce allo scoperto: la scommessa di Microsoft


Dopo mesi di voci di corridoio è arrivata la presentazione ufficiale
L’apparecchio, largo 18 cm, costerà tra i 500 e i 1000 dollari

Microsoft presenta Origami
e il pc diventa come il cellulare

Infinite le possibilità d’uso: giochi, mp3, foto, video, automazione d’ufficio
Ma il vero fiore all’occhiello è la connettività ad internet da qualsiasi luogo

di DANIELE SEMERARO

NEW YORK – Alla fine, dopo mesi di voci di corridoio che si rincorrevano tra forum e blog di appassionati, il gran giorno è arrivato: oggi Microsoft ha svelato tutto ciò che c’è dietro al progetto Origami.

Tra poco meno di un mese, dunque, il colosso di Bill Gates metterà in vendita due versioni del nuovo “gadget” (un apparecchio a metà tra un iPod e una PlayStation portatile, tra un palmare e un Pc portatile) che, si prevede, farà impazzire giovani e non: una versione è stata prodotta a Taiwan, dalla Asustek, un’altra, invece, in Corea, da Samsung e in Cina da Founder. L’obiettivo? Quello di trasformare il pc ultraportatile “in un gadget indispensabile quanto il telefonino”.

Il dispositivo “apre davvero un mondo intero di nuove possibilità d’uso del PC – ha spiegato Mika Krammer, uno dei direttori marketing della Microsoft -. Questa volta abbiamo fatto molto di più che costruire semplicemente un software: abbiamo progettato i disegni preliminari in modo da mettere le società costruttrici sulla nostra stessa lunghezza d’onda”.

I primi prototipi sono stati messi in produzione circa nove mesi fa, e da subito Microsoft ha iniziato a cercare partner con cui lavorare. “Abbiamo creato un apparecchio che porta il meglio del Pc insieme a un oggetto elettronico di consumo e credo davvero che funzionerà, perché abbiamo voluto puntare al futuro – conclude Krammer – al wireless”.

Il nuovo prodotto, chiamato in gergo “Umpc” (ultra-mobile Pc), sarà largo circa 18 centimetri e pesante meno di un chilo, avrà uno schermo di 7 pollici diagonali e userà una versione semplificata del sistema operativo Windows Xp, in attesa del lancio della nuova piattaforma “Vista”. Lo schermo sarà facilmente utilizzabile, anche con poca luce.

Le possibilità di utilizzo? A quanto riferisce Microsoft sono davvero infinite: dall’aeroporto alla caffetteria, dal proprio ufficio al parco cittadino ci si potrà connettere ad internet tramite wi-fi in ogni parte del mondo, si potrà ascoltare musica, guardare foto e video. Il dispositivo, attraverso il protocollo Bluetooth, si collegherà senza fili anche a qualsiasi computer, telefono cellulare o auricolare che si trovi nelle vicinanze.

Tra i software (oltre a tutti quelli già previsti per Windows Xp, tra cui ovviamente compare anche la piattaforma Office) la vera novità è che Microsoft includerà (non si sa ancora se in tutte le versioni) anche un programma chiamato Streets&Trips, che trasformerà Origami, tramite l’antenna Gps integrata, in un vero e proprio navigatore satellitare. Nella confezione sarà presente anche un pennino, attraverso il quale inserire le informazioni tramite una tastiera virtuale presente sullo schermo touch-screen, come nei palmari, o prendere appunti, come un blocco note di carta.

E per chi, in ufficio o a casa, vorrà utilizzare Origami con la tastiera tradizionale? Niente paura: sono presenti due porte Usb 2.0. Tra le altre possibilità di connettività, inoltre, anche il drive che legge le memory card (come quelle utilizzate nelle macchine fotografiche digitali), e alcuni jack per connettere telecamere, auricolari e speakers. La durata della batteria prevista è di circa tre ore (il tempo di utilizo, ovviamente, dipenderà dall’uso) e l’hard-disk avrà una capacità di 60 Gigabytes. Niente da invidiare, dunque, ai più moderni Pc portatili.

Da anni si parlava di un supporto hardware che la casa di Seattle stava mettendo a punto per fare concorrenza all’iPod e alla Playstation portatile, anche se i dirigenti di Microsoft hanno dichiarato che non è loro intenzione competere né con il lettore di musica più famoso del mondo, né con la consolle della Sony. Il cliente per il quale è stato pensato Origami, invece, è il professionista che ha bisogno di avere le funzionalità di un vero pc, la comodità di un touch-screen e la connettività di un computer da tavola, con la maneggevolezza e i costi contenuti di un palmare.

L’obiettivo, fanno sapere inoltre da Microsoft, è di contenere il prezzo entro i mille dollari, con l’auspicio di arrivare a vendere il nuovo gadget a 500 dollari.

(9 marzo 2006)

(Nella foto: La presentazione di Origami al Cebit di Hannover)

Lascia un commento