Parigi, operazione antiterrorismo. Decine di arresti nelle banlieue


Secondo gli investigatori si tratterebbe di persone “appartenenti alla criminalità comune” che finanziavano gli integralisti islamici

Parigi, operazione antiterrorismo
decine di arresti nelle banlieue

di DANIELE SEMERARO

PARIGI (Francia) – Tra le 20 e le 30 persone sono state arrestate, questa mattina, nella regione parigina e nell’Oise, a nord della capitale, nell’ambito di un’operazione antiterrorismo.

Gli ordini di custodia cautelare sono stati emessi nell’ambito di un’inchiesta sul finanziamento del terrorismo e su progetti di attentati. Secondo fonti della polizia, fra gli arrestati figurano “persone conosciute come appartenenti al grande banditismo” e sospettate di aver commesso rapine a mano armata per “finanziare la causa degli integralisti islamici”.

Secondo gli investigatori, che stavano indagando da settimane, una parte delle persone arrestate pensava di compiere “azioni violente” sul territorio francese. L’operazione, coordinata dal magistrato antiterrorismo Jean-Louis Bruguiere che sta indagando sull’ipotesi di accusa di “associazione a delinquere finalizzata al terrorismo”, è stata compiuta dal controspionaggio francese (Dts), in collaborazione con l’Ufficio centrale per la repressione del banditismo (Orcb) e la Brigata di ricerca e d’intervento (Bri).

(12 dicembre 2005)

(Nella foto: L’arresto di una donna, a Parigi, sospettata di aver preso parte a rapine a mano armata per finanziare il terrorismo islamico)

Lascia un commento