Scrat salverà la valle? L'era glaciale nei pc


Il nuovo videogame è interamente ispirato al film d’animazione
Si gioca in terza persona ed è adatto anche ai più piccoli

Riuscirà Scrat a salvare la valle?
L’Era glaciale entra nei computer

E per gli utenti una guida speciale: la voce di Claudio Bisio

di DANIELE SEMERARO

ROMA – Manfred il mammut, Syd il bradipo e Diego la tigre, protagonisti del film “L’era glaciale 2: il disgelo”, escono virtualmente dal grande schermo e approdano al mondo dei videogiochi. Vivendi Universal Games sta lanciando, in questi giorni, il videogame che permetterà di rivivere le avventure dei personaggi di una pellicola d’animazione che, probabilmente, resterà a lungo tra i primi posti delle classifiche dei film più visti.

Protagonista assoluto del gioco “L’era glaciale 2” il piccolo Scrat (lo scoiattolo alla perenne ricerca della propria ghianda), che si ritrova immerso in un ambiente di ghiaccio e geyser. Il periodo della glaciazione volge al termine, e lo scioglimento delle nevi porterà a un’inevitabile inondazione. Scrat, così, si ritroverà involontariamente a dover salvare la valle, correndo tra le montagne alla ricerca di noci e ghiande, saltando tra ghiacciai e pendii, scavando o nuotando in immensi laghi ghiacciati. Non è tutto, perché i livelli sono pieni di oggetti interattivi, dalle buche (in cui si trovano sorprese più o meno piacevoli) ai cunicoli alle ghiande d’oro.

Il divertimento, però, non finisce qui. Durante il percorso, infatti, sono “sparpagliati” altri 12 mini-giochi (come il “Bowling del pinguino”, “Lo scivolo di Sid” e “Tirassegno della scimmia”) che hanno come protagonisti, oltre a Scrat, anche gli amici Sid, Manny e Diego.

Questa, però, non è l’unica novità: ad aiutare l’utente, infatti, c’è una speciale guida vocale: Claudio Bisio. Il popolare comico, infatti, si è cimentato nell’interpretazione del personaggio di Sid, il bradipo pasticcione: “Insieme a Sid – spiega – mi complimento con il giocatore per i suoi successi, gli do le dritte giuste quando non sa come proseguire e lo sgrido quando non si comporta bene”.

Il videogame, si noti bene, è pensato per tutta la famiglia, ed essendo privo di contenuti violenti è adatto anche ai più piccoli. Durante i primi livelli, inoltre, lo scoiattolo s’imbatte spesso in “cartelli” che spiegano al giocatore in che modo andare avanti, come utilizzare gli oggetti o fare determinate mosse. Non è tutto, perché gli aiuti sono presenti anche nel menu principale: in ogni istante è possibile richiedere qualche piccolo “consiglio” che permette di andare avanti nel gioco e, in alcuni casi, capirci qualche cosa in più.

L’utente, nello stile dei platform game, può muovere lo scoiattolino attraverso 8 ambienti con 27 livelli di gioco. I comandi sono piuttosto semplici, soprattutto se si usa un joypad, mentre risultano un po’ complicati se si usa la tastiera. Il giocatore può correre, saltare, nuotare, annusare oggetti, effettuare piccoli balzi, tirare calci con un “attacco rotolante” e scagliare oggetti per mettere fuori gioco i nemici. Molto utile anche la presenza di una telecamera, che permette di scegliere, di volta in volta, da quale angolazione e prospettiva giocare.

La grafica è totalmente ispirata a quella del film d’animazione, tanto che, guardando lo schermo, sembrerebbe di assistere alla proiezione di un dvd. Molto efficace, inoltre, l’inserimento, tra un livello e l’altro, di spezzoni di filmati tratti direttamente dal cartone animato.

“L’era glaciale 2” è disponibile al prezzo di 19,90 euro nella versione Pc, 34,90 euro per Nintendo Ds e Game Boy Advance e 39,90 euro per Playstation 2, X-Box e Game Cube.

(25 aprile 2006)

Lascia un commento