Fiera, ultimi ritocchi. E ci sarà anche Cuba

da REPUBBLICA BARI – pag. IV

Proseguono i preparativi. Con qualche interessante novità

di DANIELE SEMERARO

Gli spazi della Fiera del Levante sono ancora un enorme cantiere a cielo aperto: centinaia di operai stanno lavorando notte e giorno per approntare stand e padiglioni e far sì che, dopodomani, sia tutto pronto.

La campionaria, giunta quest´anno alla settantesima edizione, aprirà il 9 settembre e si concluderà il 17. Giornate clou, oltre che quella dell´inaugurazione, alla quale parteciperà il presidente del Consiglio Romano Prodi, anche quella di giovedì 14, quando il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano visiterà l´esposizione. Previsti anche numerosi dibattiti tra esponenti politici, tra cui i ministri D´Alema, Padoa-Schioppa, Di Pietro, De Castro e Nicolais. Tra le novità di quest´anno, oltre alla presenza, per la prima volta, di Cuba e Guadalupe, anche un intero padiglione dedicato all´Albania, fortemente voluto dalla Regione Puglia. All´interno dell´area espositiva, poi, cardiologi e cardiochirurghi garantiranno il servizio di pronto soccorso cardiologico d´urgenza.

Anche per il Comune è tutto pronto, soprattutto dal punto di vista del piano straordinario della mobilità: «Abbiamo avuto tre riunioni – racconta Antonio Decaro, assessore al Traffico – una in Fiera, una in Prefettura e un´altra all´Autorità portuale, e sostanzialmente confermeremo l´organizzazione dello scorso anno. La novità è che ci sarà un ulteriore parcheggio in via Napoli, oltre a quelli di “Pane e pomodoro” e del “Palaflorio” a Japigia: si potrà lasciare lì la macchina – continua – e arrivare in Fiera con un bus-navetta, usufruendo anche di uno sconto di un euro e 50 sul biglietto d´ingresso. Come lo scorso anno, inoltre, per chi arriverà in bicicletta l´entrata sarà completamente gratuita, e speriamo di superare quota 50mila ingressi in bicicletta».

Potenziato anche il trasporto pubblico: «Per raggiungere la Fiera – continua Decaro – è possibile prendere autobus da piazza Moro, da corso Cavour e dal quartiere San Paolo. In particolare le linee 1, 2, 2/, 6, 21, 22, 27 e 35. Inoltre, fra pochi giorni partirà anche una nuova linea che collegherà la stazione con la zona ovest della città, frutto della fusione della 5 e della 3/: la 53. Si tratta di un nuovo servizio per 1 milione e 400mila chilometri l´anno». Chi arriverà in auto, invece, avrà a disposizione il parcheggio di Marisabella, all´interno del Porto, quello della Ferrotramviaria e quello della Multiservizi.

Scongiurata, quasi sicuramente, la protesta delle forze di polizia municipale: la Cgil aveva accusato il Comune di non aver presentato un progetto organico per un coordinamento efficace del lavoro, minacciando un sit-in dei vigili davanti alla Fiera nel giorno dell´inaugurazione.

Lascia un commento