Rischio chiusura della Rinascente: la Regione convoca i vertici aziendali

da REPUBBLICA BARI – pag. VI

Ricevuti i lavoratori. A metà gennaio la fine delle attività
La società ha venduto la licenza e l´immobile

di DANIELE SEMERARO

Continua il braccio di ferro tra sindacati e direzione della Rinascente per cercare di evitare la chiusura definitiva dello storico punto vendita di via Sparano, prevista per il 15 gennaio 2007. Nella trattativa è entrata anche la Regione Puglia che ha annunciato di voler chiedere ai vertici aziendali della Rinascente un incontro «per esaminare attentamente la situazione e tentare di risolvere la vertenza». La decisione è arrivata al termine di una riunione, svoltasi ieri, tra il vicepresidente della Regione, Sandro Frisullo, l´assessore al Lavoro, Marco Barbieri, e una delegazione di dipendenti del grande magazzino.

«La chiusura dei punti vendita di Bari e di Torino Grugliasco – accusano Cgil, Cisl e Uil – è molto grave perché stravolge le impostazioni e i progetti formulati a novembre dello scorso anno dall´amministratore delegato nell´ambito del piano industriale». I dipendenti da alcuni giorni sono in stato di agitazione e hanno proclamato uno sciopero per tutti i magazzini del gruppo per l´intera giornata di sabato 30 settembre. A Bari la società aveva annunciato alcuni giorni fa la vendita dell´intero palazzo e della licenza commerciale. Al posto della Rinascente, molto probabilmente, arriverà il megastore di abbigliamento H&M.

Lascia un commento