Ecco come YouTube propone video estremi e fake news e ti tiene incollato allo smartphone

IL CODICE YOUTUBE – Dal Ponte Morandi ai vaccini, l’algoritmo di Google suggerisce contenuti sempre più radicali. Tra complotti e misteri, ecco i risultati dell’inchiesta esclusiva per Sky TG24 che per la prima volta ha analizzato i risultati in italiano

Internet e i social media influenzano sempre di più le nostre convinzioni. Ma quanto siamo consapevoli di questo potere? La mia inchiesta per Sky TG24 – unica nel suo genere in Italia – è stata presentata durante lo speciale di Sky Tg24 Inside “Il Codice Youtube”, andato in onda mercoledì 14 novembre 2018.


IL VIDEO INTEGRALE DELL’INCHIESTA

Nell’approfondimento, svolto insieme al giornalista ed esperto di informazione online Nicola Bruno, racconto di come la piattaforma YouTube indichi, tra i video consigliati, per la maggior parte filmati con titoli sensazionalistici e “acchiappaclick”. In particolare, ho analizzato i risultati delle ricerche su temi come il crollo del ponte Morandi o argomenti che possono avere un impatto diretto sulla salute delle persone, come vaccini o tumori.

L’algoritmo dei video consigliati di YouTube, disegnato con l’obiettivo di far guardare all’utente sempre più video e trattenerlo sulla piattaforma, offre così una sovraesposizione a tesi e argomentazioni estreme o eccentriche e non uno spaccato rappresentativo delle opinioni reali, più o meno diffuse. In questo modo misteri e teorie complottistiche, dagli “evergreen” come la terra piatta o il finto sbarco sulla Luna, fino a quelle sulla più stretta attualità, si classificano tra i contenuti più popolari sul Web, trovando nell’intelligenza artificiale un nuovo stimolo nella loro propagazione.

Nell’inchiesta anche un’intervista a Guillaume Chaslot, ex-programmatore di Google, che spiega come funzionano gli algoritmi del più popolare archivio video del mondo.


LA PUNTATA INTEGRALE DI SKY TG24 INSIDE

Per approfondire:

Leggi l’inchiesta integrale sul sito di Sky TG24

Leggi la metodologia dell’inchiesta

L’intervista a Guillaume Chaslot

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.