Formation di Bowers&Wilkins, il sistema audio per veri intenditori: la recensione

Abbiamo provato i nuovi prodotti della casa inglese specializzata in audio di altissima qualità. Non sono economici ma offrono un audio difficilmente paragonabile ad altri prodotti in commercio

Provate ad ascoltare il vostro brano preferito in alta qualità su diffusori di altissimo livello e scoprirete un brano diverso, completamente nuovo. In redazione abbiamo provato i nuovi diffusori della linea “Formation” di Bowers&Wilkins, azienda leader nell’audio di altissima fedeltà, nata in una cittadina del Sussex, in Inghilterra, dall’idea di un ingegnere specializzato in radiocomunicazioni durante la Seconda Guerra Mondiale. La linea di diffusori “Formation” si caratterizza per diversi tipi di elementi dal design unico, in grado di offrire un ottimo audio se ascoltati singolarmente ma che danno il meglio di sé se accoppiati, anche grazie a un’app semplice da gestire. Tutti i prodotti sono compatibili con Spotify Connect, Apple Airplay e sono dotati di Bluetooth.  

Formation Duo e Formation Wedge: i top di gamma

La parte del leone la fa “Formation Duo”. Si tratta di una coppia di diffusori senza fili – progettato, spiegano dalla casa madre, “con la leggendaria tecnologia con cono Continuum” – in grado di offrire un suono puro, preciso e sincronizzato, come se tra loro vi fosse un cavo. “Sono costruiti – ci spiegano da Audiogamma, società che distribuisce i prodotti in Italia – con tweeer on-top su un housing separato con cupola di carbonio abbinato ad un mid-woofer”. Multi-amplificato attivamente, è dotato di due amplificatori da 125W. La coppia costa 4.000 euro.

“Formation Wedge” – il prodotto che più ci ha entusiasmato – è un diffusore singolo e al tempo stesso anche uno splendido oggetti di design. Costa 1.000 euro, ha una forma ellittica unica a 120 gradi ed è in grado di immergere la stanza in un audio stereofonico con un suono caldo, profondo e intenso anche a volume basso. Il Wedge è multi-amplificato attivamente, con potenze di 40W per i due tweeter e i due midrange e 80W per il woofer, per un totale di cinque amplificatori separati.

Formation Bar e Formation Flex

Per gli amanti dell’home theater c’è “Formation Bar”: una barra audio wireless da installare sotto il televisore che offre tre altoparlanti, un canale centrale ad alta fedeltà (attraverso cui ascoltare dialoghi e parole) e ben nove unità driver. Costa 1.250 euro.

Ma il prodotto più versatile e forse più accessibile tra quelli che abbiamo provato è “Formation Flex”: ideale per chi vuole avvicinarsi al mondo dell’audio di alta gamma è un diffusore portatile – è possibile accoppiarne due per un effetto stereo – che al prezzo di 450 euro riempie la stanza di suono a 360 gradi.

Infine a tutti i prodotti è possibile accoppiare il subwoofer “Formation Bass”: utilizza 2 woofer da 16 cm a corsa lunga con due amplificatori separati da 250W l’uno e per 1.100 euro offre bassi profondi e un equalizzatore dinamico che ottimizza le prestazioni in tempo reale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.