NeN, ecco il primo fornitore di energia e gas completamente digital e green

Fa parte del gruppo A2A, fornisce energia elettrica e gas e promette di farlo “ripensando da zero il mondo dell’energia”: I suoi obiettivi sono semplificazione, digitalizzazione, sostenibilità e trasparenza

NeN si definisce una “enertech” – un’impresa a metà tra una tech company e una energy company – e nasce con l’obiettivo di offrire una fornitura di energia elettrica e gas sostenibile, proveniente solo da fonti solari, eoliche e idriche sparse sul territorio italiano, semplificando allo stesso modo l’esperienza di gestione grazie a una piattaforma digitale.

Il cuore pulsante è un’app

“In NeN – spiegano – lo smartphone e il pc sostituiscono interamente la burocrazia, i moduli da compilare a mano e le tradizionali bollette. Inoltre per ogni cliente viene creata un’offerta di fornitura che funziona come un abbonamento, con una rata personalizzata al centesimo basata sui consumi e all-inclusive che garantisce prevedibilità della spesa domestica per ogni anno di fornitura”. Grazie all’app è possibile monitorare i consumi in qualsiasi momento e anche rendersi conto “a colpo d’occhio” da dove arrivano i propri consumi: in questo modo si potranno migliorare abitudini e comportamenti quotidiani nell’ottica del risparmio. Il servizio di fornitura di energia elettrica e gas di NeN è attivo in tutta Italia, e il punto di partenza per accedere a tutti i servizi è proprio scaricare l’app. 

Energia “veramente” rinnovabile

NeN, ci spiegano, compra il cento per cento della sua energia da produzioni rinnovabili e made in Italy. Il nostro paese nel 2019 ha soddisfatto il 17 per cento dei consumi energetici con fonti sostenibili: un dato incoraggiante che però dimostra che si può fare di meglio, con l’Europa che ci chiede di arrivare al 30 per cento nei prossimi dieci anni. “La sfida – racconta uno dei fondatori e amministratore delegato, Stefano Fumi – è quella di non utilizzare la modalità dell’’offset’ o del ‘greenwashing’, cioè fornire al cliente energia prodotta da fonti fossili e poi andare ad acquistare certificati di origine da produzioni rinnovabili per volumi corrispondenti, ma andare direttamente dai produttori di energia rinnovabile e comprare i volumi che vengono offerti nella proposta di energia solo da fonti rinnovabili (eolico, idroelettrico, fotovoltaico) prodotte in Italia”. 

Il lancio in un periodo “difficile”

Nonostante il periodo difficile che abbiamo vissuto per tutta la prima parte del 2020 NeN ha assunto, e sta ancora assumendo, talenti digitali. Fino ad ora 25 ragazzi con esperienze nel campo dell’energia ma anche provenienti dal mondo digital: sviluppo delle applicazioni, analisi dei dati, design, user experience. “La digitalizzazione sta cambiando completamente l’approccio ai servizi del cliente, che ha aspettative sempre più alte e vuole semplicità, velocità, trasparenza”, racconta ancora Fumi.

Il marchio e la filosofia

Il marchio NeN è di proprietà di Yada Energia e il lancio è stato sostenuto finanziariamente dal gruppo A2A. Pionieri del progetto Stefano Fumi e Daniele Francescon, oggi rispettivamente amministratore delegato e head of growth, responsabile dello sviluppo. La sua sede è a Milano e Il nome deriva dall’energia vitale immaginata dal fumettista giapponese Yoshihiro Togashi, nel manga Hunter X Hunter. “Il mondo energy – spiegano ancora – è in grande fermento con la liberalizzazione definitiva dei servizi prevista per il 2022, per questo ci sembrava il momento migliore per lanciare un progetto così innovativo”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.