OPPO Reno7: il nuovo medio gamma ha anche il microscopio

Abbiamo testato l’ultimo nato della serie Reno: ha un prezzo interessante, una batteria di lunga durata e un software completo

Presentato ad aprile, OPPO Reno7 è il nuovo smartphone di fascia media della casa cinese, che si contraddistingue per buone prestazioni fotografiche (presente tra l’altro un microscopio), una batteria di lunga durata, un elegante design e un prezzo interessante. Lo abbiamo messo alla prova, utilizzandolo per lavoro e per svago per oltre un mese. “Reno7 – ci ha detto la chief marketing officer di OPPO Italia alla presentazione del telefono – è un vero e proprio concentrato di tecnologia e conferma ancora una volta come OPPO voglia portare il meglio dell’innovazione anche su una fascia di mercato media, e siamo sicuri che anche questo prodotto verrà accolto con grande favore dal pubblico italiano”.

Le caratteristiche principali

Reno7 è molto comodo da portare in tasca (pesa 175 grammi per 7,5 millimetri di spessore) ed è venduto in due colorazioni: quella che abbiamo provato noi (Sunset Orange, con un design posteriore in fibra di pelle e vetroresina, che dà certamente un tocco di unicità) e il nero elegante Cosmic Black. Il processore è un Qualcomm Snapdragon 680 4G (il telefono, infatti, non è 5G). Buona a nostro avviso la resa del display HD da 6,4 pollici con frequenza di aggiornamento fino a 90Hz. OPPO ci ha abituato sempre bene a livello di energia: sul Reno7 è presente una batteria da 4.500 mAh che permette di lavorare e scattare foto per un giorno intero; nella nostra prova anche grazie alla tecnologia di ricarica veloce SUPERVOOC 33W di OPPO, abbiamo ricaricato il telefono con il caricabatterie incluso dallo 0 al 100% in poco più di un’ora (in 15 minuti arriva al 26%, in mezz’ora al 50%). A livello di memoria OPPO Reno7 è disponibile nella configurazione 8 giga di Ram e 128 di spazio di archiviazione: espandibili sia quest’ultimo (aggiungendo una scheda di memoria), sia la Ram (che tramite software è possibile ampliare di 2, 3 o 5 giga). Sempre stabile e pieno di funzionalità il sistema operativo ColorOS 12 basato su Android: tra le “chicche” di Reno7 anche una comoda luce a led (“Orbi Light”) presente attorno a una delle fotocamere, in grado di illuminarsi quando si ricevono notifiche o quando il telefono è in carica. Diverse, infine, le funzioni dedicate ai videogiocatori, tra cui uno stabilizzatore di frame intelligente che impedisce al dispositivo di surriscaldarsi o rallentare durante le sessioni di gioco più impegnative. Lo smartphone ha ottenuto la certificazione IPX4 per la resistenza agli schizzi e, a livello di sicurezza, supporta il riconoscimento facciale e quello dell’impronta digitale. Utile, infine, la presenza del jack per le cuffie.

Il comparto fotografico e il microscopio

OPPO Reno7 dispone di una tripla fotocamera posteriore: la principale da 64 megapixel, una di profondità da 2 megapixel e una “microlens” che abilita la funzionalità di microscopio. Diverse le modalità di scatto coadiuvate dall’intelligenza artificiale, dal ritratto con effetto Bokeh a quella notturna, dal miglioramento automatico delle scene alla modalità esperto (che permette di modificare manualmente tutti i settaggi della fotocamera) fino, lo dicevamo, al microscopio, che permette di ingrandire gli oggetti verso cui avviciniamo la lente di 15 o 30 volte. Le foto che abbiamo scattato ci hanno in gran parte soddisfatto: molto buona la resa dei colori; abbiamo, invece, trovato un po’ lento il software della fotocamera (facendo le foto alla nostra gatta ci siamo persi alcune espressioni perché lo scatto è avvenuto qualche istante dopo il nostro click). Buona (anche se non eccelle) la resa dei video. Buona, infine, la qualità dei selfie scattati con la fotocamera anteriore da 32 megapixel (con il nuovo sensore RGBW Sony IMX709), in grado – spiegano da OPPO – di catturare il 60 per cento di luce in più rispetto ai sensori standard e offrendo immagini più chiare in condizioni di scarsa luminosità. Attraverso la modalità Selfie HDR è possibile, tra l’altro, scattare selfie definiti anche in ambienti poco illuminati o contro luce.

Verdetto, disponibilità e prezzi

Dunque OPPO Reno7 si presenta come un interessante smartphone medio gamma pieno di funzionalità interessanti e, a nostro avviso, ideale per chi utilizza lo smartphone tutti i giorni per fare foto, guardare video, navigare sui social. Molto comodo da tenere in mano, veloce nelle operazioni di tutti i giorni, rallenta un pochino se si aprono numerose app insieme. Peccato che il telefono non sia 5G (ma è supportata la doppia sim 4G). Il prezzo è a nostro avviso interessante e competitivo: 289,99 euro, in bundle con lo smart band Enco Band Style). Nella confezione è presente la sempre utile cover trasparente.

Pro e Contro

PRO
Stile e prestazioni
Prezzo interessante

CONTRO
Software della fotocamera in alcune occasioni un po’ lento
Lo smartphone non è 5G

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.