Più potente e più economico: tutto sull’iPad di ottava generazione

La prova di Sky TG24 del nuovo iPad presentato a settembre. Display da 10,2 pollici, fotocamere evolute, prestazioni incrementate e una tastiera e una matita digitale sempre più indispensabili

L’iPad sta svolgendo un ruolo importante durante la pandemia: è stato uno strumento molto utilizzato per studiare, lavorare, fare videochiamate, partecipare a riunioni o lezioni online, ascoltare musica, giocare, vedere film. Ed è stato anche strumento importante per moltissimi operatori sanitari. Con oltre 500 milioni di pezzi venduti in dieci anni e un milione di app disponibili sull’App Store di Apple ecco che l’iPad definito “tradizionale” si aggiorna e arriva alla sua ottava generazione. Un prodotto che, dall’esterno, è praticamente uguale al suo predecessore ma che diventa più potente, più intelligente, più veloce. E ha anche un prezzo vantaggioso (l’iPad “più economico di sempre”, è stato definito durante la presentazione): parte da 389 euro.

Le caratteristiche principali

La novità principale dell’iPad di ottava generazione è il chip Apple A12 Bionic con Neural Engine: raddoppia le prestazioni del modello precedente e dà la possibilità di affrontare senza problemi operazioni complesse, processando “fino a 5.000 miliardi di operazioni al secondo”. Spiega Apple che il nuovo chip rappresenta un salto in avanti del doppio nelle performance grafiche rispetto al precedente A10, rendendo il nuovo iPad più veloce del doppio rispetto alla media dei laptop in circolazione. Grazie al Neural Engine, inoltre, anche sull’iPad meno costoso arrivano le capacità di machine learning. La differenza tra il processore A10 e l’A12, per un utilizzatore dell’iPad precedente, si nota molto: le operazioni – sia quelle più semplici sia quelle più complesse come l’editing di foto e video – diventano molto più scattanti. Inoltre, il display Retina da 10,2 pollici è luminoso e molto ben leggibile anche sotto la luce diretta del sole. Pressoché simile al precedente il comparto fotografico, utile più che per scattare foto per la scansione dei documenti e per le app che sfruttano la realtà aumentata.

Tutte le novità di iPad OS

Tanti aggiornamenti arrivano anche dal nuovo sistema operativo di iPad, iPad OS 14. Cambia l’estetica di alcuni menu, il campo di ricerca è stato ridisegnato e funziona meglio così come i risultati di Siri. Anche l’arrivo di una chiamata non interrompe più il nostro lavoro (finalmente!) ma viene segnalato con un box discreto. Ridisegnati anche i Widget, le piccole applicazioni che possiamo inserire sullo schermo come Meteo, Calendario, Mappe, Fitness, Borsa, etc: adesso è possibile sceglierne anche la dimensione. Tra le novità che più abbiamo apprezzato, la possibilità di fare molto di più con la Apple Pencil, la “matita digitale” di Apple: è possibile selezionare in maniera naturale una parola o un intero paragrafo e grazie alla funzione Scribble – personalmente la troviamo molto utile – adesso possiamo scrivere all’interno dei campi di testo (come in una mail, ad esempio) e vedere la nostra scrittura convertita “all’istante” in testo digitale. La funzione al momento non è attiva nella lingua italiana, ma grazie a un “trucchetto” possiamo usarla anche noi: basta impostare l’inglese come “seconda lingua” nel menu della tastiera. Grande attenzione, infine, alla privacy come in tutte le ultime release di software Apple: da ora gli sviluppatori dovranno chiederci il permesso per poter utilizzare le funzioni di profilazione ed è possibile scegliere di mostrare la propria posizione approssimativa, anziché quella precisa, in alcuni contesti.

Tastiera e matita digitale, due strumenti indispensabili

Come già avevamo riscontrato nel modello precedente, la tastiera Smart Keyboard è a nostro avviso un accessorio fondamentale per sfruttare al massimo l’iPad: oltre a proteggerlo da urti e graffi – perché oltre a una tastiera è anche una cover – permette di trasformare l’iPad in un vero e proprio laptop ultra-portatile. È leggera, sottile, abbiamo trovato la scrittura molto piacevole e naturale, e ovviamente ha un’installazione immediata: grazie a un attacco magnetico si attacca e stacca all’istante e non c’è bisogno di configurazione: funziona non appena attaccata all’iPad.

Anche la Apple Pencil – considerate tutte le novità di iPad OS di cui abbiamo parlato – diventa un accessorio importante: dandoci la possibilità di prendere appunti “al volo”, firmare o annotare documenti, rilassarci disegnando o colorando. È in grado di attaccarsi magneticamente a un lato dell’iPad ma a nostro avviso un alloggiamento (come avviene in altri modelli della concorrenza) sarebbe utile per evitare di perderla.

iPad ottava generazione: giudizio, disponibilità e prezzi

La nostra prova conferma, dunque, quanto già detto lo scorso anno: iPad resta un ottimo compagno di viaggio, di lavoro, di studio, di intrattenimento. La novità maggiore rimane certamente l’introduzione del nuovo chip che lo rende più potente, una nota di merito anche per la batteria, che abbiamo trovato migliorata. iPad di ottava generazione, lo dicevamo, ha un prezzo molto conveniente: parte, infatti, da 389 euro per la versione con 32 gigabyte di spazio di archiviazione e connettività Wi-Fi: un prezzo per cui difficilmente si trova un altro prodotto altrettanto versatile e potente. Tuttavia noi consigliamo di acquistare il modello da 128 gigabyte di spazio e connettività Wi-Fi (costa 100 euro in più), in quanto 32 gigabyte rischiano di esaurirsi in breve tempo. Per chi desidera poter rimanere connesso sempre a internet è disponibile come sempre anche la versione Wi-Fi + Cellular (a cui si deve poi aggiungere il costo della sim e dell’abbonamento): costa 529 per la versione a 32 gigabyte e 629 per la versione a 128 gigabyte. Tre i colori: grigio siderale, oro, argento. È possibile risparmiare con la permuta del vecchio tablet.

La tastiera, lo dicevamo, è accessorio fondamentale, ma bisogna aggiungere 179 euro; la matita digitale Apple Pencil (prima generazione) invece costa 99 euro, ma è la stessa compatibile con il modello precedente.

Pro e Contro

PRO

  • Il nuovo chip A12 lo rende il doppio più veloce del predecessore
  • Potente, ultra-portatile, affidabile

CONTRO

  • Smart Keyboard e Apple Pencil da acquistare a parte fanno salire il prezzo
  • Manca un alloggiamento per la Apple Pencil

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.