Rispettosi dell’ambiente, innovativi, semplici: ecco i nuovi elettrodomestici Electrolux

L’azienda svedese, con la sua campagna Better Living Program, oltre che su prodotti di ultima generazione punta sulla consapevolezza ambientale e la riduzione degli sprechi. Abbiamo toccato con mano tre dei prodotti più innovativi lanciati negli ultimi mesi

Come saranno gli elettrodomestici del futuro e quali sono i trend di questi anni. se guardiamo a forni, lavatrici, piani cottura, lavastoviglie? A darci un assaggio è Electrolux, azienda svedese tra i leader mondiali nel settore degli elettrodomestici, che ci ha aperto le porte del suo showroom a Milano per presentarci alcuni dei suoi prodotti più innovativi in termini di risparmio energetico, tecnologia, semplicità d’uso. Prodotti la cui sfida è quella di trasferire al consumatore la consapevolezza ambientale e l’attenzione agli sprechi. Electrolux, infatti, ha lanciato un programma chiamato Better Living Program, in cui attraverso cento azioni concrete intende sensibilizzare (e supportare) il consumatore verso uno stile di vita più sostenibile sulla cottura, il lavaggio, la purificazione, i piccoli elettrodomestici. Insieme a Matteo Frattino, direttore marketing & brand Electrolux Appliances Italia andiamo a scoprire tre dei prodotti più innovativi lanciati negli ultimi mesi: il forno SteamBoost, la lavastoviglie EEZ69410W e la lavatrice PerfectCare.

Il forno SteamBoost

Ultima frontiera dei forni intelligenti è il vapore. E così, venendo incontro a una richiesta sempre più crescente del mercato, l’ultimo nato di casa Electrolux è il forno SteamBoost: si tratta di un forno che ha 21 funzioni di cottura, di cui 6 a vapore, la cui caratteristica è quella di esaltare il gusto di ogni ricetta, ci spiegano, conservandone una qualità nutrizionale superiore: fino al 50 per cento in più di vitamine e sali minerali rispetto ad altri tipi di cottura. Un forno particolarmente adatto anche nel rigenerare i cibi del giorno prima con il vapore, mantenendone le proprietà nutritive: “Vapore – ci spiega Frattino – non vuol dire solo cucina salutistica: vuol dire anche preservare le proprietà nutritive degli alimenti mantenendo il gusto e la croccantezza”. Il forno SteamBoost si può comandare a distanza anche attraverso comando vocale o un’app (My Electrolux Kitchen), con funzionalità intelligenti tra cui un ricettario digitale e la possibilità, tramite l’assistente Connected Cooking, di impostare la quantità di calore in base al tipo di pietanza che vogliamo cucinare o riscaldare.

La lavastoviglie EEZ69410W

Dopo aver mangiato ecco che i piatti vanno in lavastoviglie. Tra le ultime appena presentate dal brand svedese c’è il modello EEZ69410W con SprayZone: si tratta di una lavastoviglie che permette di risparmiare energia, dando la possibilità all’utente di capire – grazie a un’interfaccia di semplice utilizzo chiamata Quick Select – quando scegliere cicli più veloci, più lunghi, più ecologici, ottenendo anche un riscontro immediato relativo ai consumi di acqua e energia. Tra i programmi più interessanti vi è AutoSense: in base al carico e al livello di sporco sceglie il ciclo ottimale con l’obiettivo di sprecare meno energia, grazie anche a un sensore dello sporco che va a monitorare la torbidità dell’acqua. Tra le altre funzioni interessanti anche SprayZone, che permette all’acqua di raggiungere i punti più difficili grazie a una potente pressione, e AirDry, che fa aprire automaticamente la porta alla fine del ciclo, sfruttando l’aria esterna per il completamento dell’asciugatura. Anche in questo caso è presente un’app attraverso cui gestire tutta la configurazione e avviare la pulizia.

La lavatrice PerfectCare

Infine abbiamo provato la lavatrice PerfectCare con tecnologia AutoDose: la particolarità è un grande cassetto per il detersivo liquido e per l’ammorbidente, in grado di immagazzinare detersivo per circa 20/30 lavaggi. A differenza delle lavatrici tradizionali, in cui siamo noi a mettere nel cassetto il quantitativo di sapone che riteniamo necessario, qui è la lavatrice stessa che sceglie quanto detersivo assorbire in base al programma e al bucato caricato, in modo tale da utilizzare solo quello che serve e, di conseguenza, inquinare meno e rispettare i capi: sì, perché, ci spiegano, dosaggi ridotti di detersivo possono spegnere i colori e ingrigire i capi; una quantità eccessiva, invece, oltre a inquinare danneggia le fibre. Anche qui è presente il vapore: attraverso il sistema Vapore PRO è possibile “rinfrescare” gli abiti, distendere i tessuti, eliminare le pieghe e eliminare i cattivi odori senza effettuare tutto il ciclo completo di pulitura. Anche in questo caso è presente un’app (My Electrolux Care) che permette di gestire il cassetto AutoDose e di avviare e monitorare 20 cicli diversi di lavaggio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.