Studio Buds, la prova dei nuovi auricolari wireless della Beats

L’azienda fondata da Dr. Dre, ora di proprietà di Apple, presenta un interessantissimo prodotto che offre un’ottima qualità del suono e, allo stesso tempo, una buona funzionalità di cancellazione del rumore

Un’esperienza audio di alta qualità, la cancellazione attiva del rumore, un design innovativo e una grande semplicità di utilizzo. Arrivano in Italia le Studio Buds, nuove cuffie wireless di Beats, l’azienda specializzata in audio fondata da Dr. Dre e Jimmy Iovine famosa per aver “rilanciato” le cuffie tradizionali ad archetto ed essere stata acquisita da Apple nel 2014. Abbiamo portato le Beats in vacanza e questa è la nostra prova.

Le caratteristiche principali

Le Beats Studio Buds sono delle cuffie di ottimo livello in grado di accoppiarsi a qualsiasi device (smartphone, tablet, tv, pc, etc) e ideali sia per l’ascolto di musica che per guardare film, serie tv, documentari, ma anche – aggiungiamo noi – fare telefonate e partecipare a riunioni online. Andando nei dettagli più tecnici, ci spiegano da Beats, sulle cuffie è installato un driver proprietario a doppia membrana da 8,2mm con un pistone centrale dallo strato esterno flessibile mentre l’acustica a doppia camera fornisce una separazione stereo e una distorsione armonica minima. Due le modalità di ascolto: con cancellazione attiva del rumore (ANC) che blocca i rumori esterni indesiderati come il traffico, il vento, i rumori dei cantieri grazie, ci spiegano, a un algoritmo che corregge ed elimina fino a 48mila volte al secondo gli artefatti che compromettono il suono; presente anche una modalità “Trasparenza” che permette, invece, di ascoltare oltre alla musica anche tutti i suoni che ci circondano (utile se dobbiamo parlare con qualcuno o se stiamo aspettando un annuncio in stazione). Lato telefonate i microfoni beamforming sono in grado di riconoscere la voce e bloccare i rumori esterni e del vento. Per chi dispone di un abbonamento ad Apple Music gli Studio Buds riproducono automaticamente l’Audio Spaziale. Inoltre, gli Studio Buds sono il primo prodotto Beats a supportare le funzioni Dov’è su iOS e Trova il mio dispositivo su Android. Piccola “chicca”: l’imballaggio è composto per il 92 per cento di materiale vegetale proveniente da fibre riciclate e foreste sostenibili.

La nostra prova

Abbiamo trovato le cuffie molto comode: si inseriscono con facilità nelle orecchie, sono leggerissime e non danno fastidio anche con un uso prolungato (grazie, ci spiegano, a “un ugello acustico inclinato ergonomicamente dotato di una micro-apertura realizzata al laser che permette di attenuare la pressione nelle orecchie”): raccontano da Beats che sono state analizzate migliaia di orecchie per modellare al meglio queste cuffie. Abbiamo apprezzato molto anche “l’abbinamento a un tocco” (le cuffie, quando estratte per la prima volta dalla confezione, si abbinano in maniera semplice allo smartphone), sia per sistemi iOS che per sistemi Android. Un po’ ingombrante (ma stiamo parlando di un’idea assolutamente soggettiva) la cover, soprattutto se inserita nella tasca dei pantaloni. Buona la cancellazione attiva del rumore: i suoni esterni non vengono cancellati in maniera definitiva ma comunque vengono attutiti moltissimo. Nella nostra tradizionale prova sulla rumorosissima metropolitana M3 di Milano siamo riusciti senza problemi a conversare, ascoltare podcast e musica senza preoccuparci dei rumori di fondo. Molto buona anche la durata della batteria: Beats garantisce fino a 5 ore di ascolto e fino a due ricariche tramite la custodia (ma disabilitando l’ANC o la modalità trasparenza si risparmia energia), peccato manchi la ricarica wireless. Infine, al contrario delle Airpods e nonostante Beats faccia parte di Apple, ci è mancata molto la possibilità di usare queste cuffie su tutti i dispositivi Apple, passando, ad esempio, da iPhone ad iPad ad Apple Tv semplicemente selezionando le cuffie dai relativi menu: per utilizzarle su diversi dispositivi le Studio Buds vanno riaccoppiate ogni volta.

Verdetto, disponibilità e prezzi

Come si evince dalla nostra recensione abbiamo, dunque, apprezzato molto queste cuffie sia dal punto di vista della qualità del suono e delle chiamate, sia dal punto di vista dell’indossabilità e della cancellazione del rumore, che però non è perfetta. Le Beats Studio Buds sono disponibili in tre colori (nero, bianco e rosso) al prezzo di listino di 149,95 euro.

Pro e Contro

PRO
Qualità del suono
Leggere e comodissime da indossare

CONTRO
Cancellazione attiva del rumore buona ma non ottima
Non supportano la ricarica wireless

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.