Tinder si rinnova, nuove funzioni per arrivare al “match”

Si tratta di uno dei più importanti aggiornamenti dalla nascita dell’app di incontri, supportati – grazie all’intelligenza artificiale – anche da nuove funzioni relative alla sicurezza

Tinder si rinnova. L’app più popolare al mondo per fare incontri e nuove amicizie, usata da migliaia di persone e disponibile in 190 paesi e oltre 40 lingue, introduce questo mese diverse novità, annoverate all’interno della funzione “Esplora”, e due nuove funzionalità relative alla sicurezza. Si tratta di uno degli aggiornamenti più importanti di sempre. Secondo le ultime statistiche Tinder è l’app non di gioco con il maggiore incasso al mondo ed è stata scaricata oltre 430 milioni di volte portando a oltre 60 miliardi di match. Ma come funziona Tinder? È molto semplice: dopo aver caricato la propria foto e inserito i propri dati personali si possono incominciare a consultare, uno dopo l’altro, i profili di altre persone nelle vicinanze. Facendo swipe a sinistra segnaleremo all’app che non siamo interessati a conoscere la persona e passeremo a quella successiva; facendo swipe a destra, invece, segnaleremo un nostro interesse: se anche l’altra persona avrà fatto swipe a destra sul nostro profilo, ecco che arriveremo al match, e a quel punto si potrà iniziare a conversare – in modalità testuale o in modalità video – e, in un secondo momento, anche decidere di incontrarsi. Un’app che è cresciuta molto durante la pandemia, dando la possibilità a tante persone bloccate in casa, ci hanno spiegato dal quartier generale del servizio, di conversare, fare nuove conoscenze e combattere la solitudine.

Le novità di “Esplora” e la funzionalità “Botta e Risposta”

“Esplora”, spiegano da Tinder, “è uno spazio dinamico che verrà costantemente arricchito con nuove esperienze sociali ed interattive”. In particolare, i membri potranno scoprire potenziali match basati su stati d’animo e attività. Ad esempio si potrà scegliere di visualizzare solo persone interessate, per fare qualche esempio, alla cucina, ai videogiochi, alla musica o anche alle cause sociali. Attraverso la funzionalità “Botta e Risposta”, poi, si potrà chattare con qualcuno prima che avvenga il match rispondendo a un rapido quiz sulla cultura pop e le loro preferenze. “Mentre un timer scorre – spiegano da Tinder – i due membri potranno conoscersi meglio e alla fine scegliere se confermare il proprio match oppure far scadere il timer e incontrare altre persone. Si tratta della prima volta in cui i membri possono chattare tra loro prima del match”. Botta e Risposta è stato già lanciato negli Stati Uniti e nel Regno Unito all’inizio dell’estate ed è disponibile dalle 18 a mezzanotte.

Photo Verification, i Video Profilo e le Swipe Night

Le novità non finiscono qui. Con i nuovi aggiornamenti arriva la possibilità di impostare, oltre alla foto profilo, anche un video profilo per rappresentare ancora meglio se stessi. Inoltre con la funzione di Photo Verification, Verifica Fotografica, i membri possono auto-autenticarsi attraverso una serie di selfie in posa scattati in tempo reale, che vengono poi confrontati con le foto profilo esistenti grazie all’intelligenza artificiale con supervisione umana: i profili verificati avranno la tradizionale spunta blu e, in fase di ricerca di nuovi match, si potrà scegliere di visualizzare solo questa tipologia di utenti. Infine, anche quest’anno sono già partite le Swipe Night (ne avevamo parlato qui lo scorso anno), l’esperienza di gioco social lanciata da Tinder che ha attirato milioni di utenti.

Le nuove features di sicurezza

Tinder ha annunciato anche due nuove funzioni per quanto riguarda la sicurezza: si tratta di “Questo messaggio ti infastidisce?” e “Vuoi ripensarci?”. La prima, ci spiegano, fornisce un supporto ai membri quando viene rilevato un linguaggio molesto in un messaggio ricevuto. La funzione è basata sull’intelligenza artificiale con apprendimento automatico e permette di segnalare un eventuale comportamento molesto della persona che ha inviato il messaggio. In fase di test la funzione ha mostrato un aumento del 46 per cento del numero di segnalazioni per messaggi inappropriati. “Vuoi ripensarci?” è invece una funzione che, sempre grazie all’intelligenza artificiale, rileva messaggi molesti e interviene in modo proattivo per avvertire l’utente che il messaggio che sta scrivendo potrebbe essere offensivo. L’intelligenza artificiale è stata addestrata grazie ai messaggi segnalati in passato e si evolve giorno dopo giorno. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.