Michael, l’astronauta italo-americano che “twitta” dallo spazio. Il mio servizio per Sky Tg24

 

Si avvia verso la conclusione la missione nello spazio dello Shuttle che sta riparando il telescopio Hubble. Quella di sabato è l’ultima passeggiata spaziale. Uno degli astronauti, l’italo-americano Michael Massimino, è diventato famoso raccontando in tempo reale le proprie emozioni utilizzando internet.

Google Sky vale 25 milioni di dollari?

→ D@di per Downloadblog.it

Quanto vale Google Sky, il livello di Google Earth che permette di esplorare il cielo? Circa 25 milioni di dollari. O almeno è quello che crede un ex-appaltatore di Google, Jonathan Cobb.

L’uomo, infatti, ha denunciato il grande colosso mondiale di internet chiedendo, appunto, 25 milioni di dollari di ricompensa (pari a circa 17 milioni di euro) per avergli rubato l’idea di inserire le mappe celesti all’interno di Google Earth.

L’uomo, in particolare, sostiene di aver parlato per la prima volta dell’idea in un forum di discussione “interno” dedicato ai dipendenti Google. Al momento da “Big G” non arrivano commenti alla notizia. In rete, però, sono già in molti coloro che si chiedono: se Google offre il servizio di mappe celesti gratuitamente e in teoria non guadagna nulla, perché allora tutto questo accanimento? Staremo a vedere.

Nuove mappe del cielo in Google Earth (aggiornato)

→ D@di per Downloadblog.it

Google ha annunciato di aver migliorato la funzione “Sky” all’interno di Google Earth, quello che permette di esplorare pianeti e costellazioni.

La nuova versione porta con sé – a mio avviso – un’interessante novità, che è quella di poter vedere in tempo reale i fenomeni astronomici. Si chiama “Eventi Sky correnti” e non è un layer dedicato a un canale televisivo, ma permette di avere aggiornamenti sui movimenti di comete e asteroidi.

Tra le novità, anche altri due layer: “Osservatori in primo piano”, che offre immagini del cielo “a diversa lunghezza d’onda provenienti da diversi satelliti, tra cui immagini a raggi infrarossi, raggi X, ultravioletti e mappe a microonde”.

L’altro layer, invece, si chiama “Historical Sky maps” e provvede a dotare il software di mappe disegnate nell’antichità da grandi cartografi e astronomi.