Con “Il cancro e il premier” è online il nuovo numero dello Stivale Bucato!

Come di consueto segnalo l’uscita del nuovo numero dello Stivale Bucato, il primo quindicinale satirico gratuito del Web italiano. Il numero di questa settimana è particolarmente significativo, perché apre con una forte provocazione, dettata ovviamente da quello che sta succedendo negli ultimi giorni nella politica italiana. Che tu sia di destra, di sinistra o di centro, di certo converrai con noi che un premier che parla della magistratura in termini di “metastasi” e “cancro” non faccia fare bella figura al Paese.

Così come non fa bella figura un premier, sempre lui, che tra i primissimi provvedimenti del suo nuovo mandato cerca di inserire (e, molto probabilmente, ci riuscirà) una legge sull’immunità per le più alte cariche istituzionali (il cosiddetto&pluripremiato “Lodo Schifani bis”). Per questo motivo, per invitare tutti a riflettere su una situazione abbastanza paradossale, abbiamo composto, con l’aiuto del cantautore Silvardo Berlunnato, una canzone dal titolo “Il cancro e il premier”. Canzone che, dopo qualche ora dalla pubblicazione online su YouTube, è già uno dei video più visti in rete.

Lo Stivale non si occupa solamente di temi politici: parliamo anche di sport, con un’ode a Marcello Lippi. Parliamo della regina Elisabetta II d’Inghilterra, che ha appena acquistato un McDonald’s. Parliamo di sesso, con le nuove proposte di Daniela Santanché in tema di case chiuse. E parliamo di tecnologia, con l’attesa spasmodica per l’arrivo del giocattolino dell’anno: l’iPhone.

Il tutto, come sempre, condito dalla giusta dose di satira e ironia, per cercare di ingoiare più facilmente l’amaro della nostra vita quotidiana: le storie pazze dal mondo del “Follini ma vero”, le nostre vignette, i nostri esperti di gossip e musica, i nostri economisti.

Il nuovo inimitabile numero dello Stivale Bucato è online. Cosa aspetti? Muovi il mouse!

www.stivalebucato.it

Santanchè contro Grillini e Vauro stasera a Tetris

Elezioni, la grande questione dei piccoli partiti: se ne dibatte a «Tetris» con Luca Telese in onda questa sera subito dopo la mezzanotte su La7. Ospiti del «surreality-show» sono, per La Destra, la candidata premier Daniela Santanchè, per il Partito socialista il candidato sindaco per Roma Franco Grillini e il vignettista Vauro Senise. Seduti in platea Franco Grisolia partito comunista dei Lavoratori e il cantautore comunista Enrico Capuano. A moderare il dibattito anche il giornalista dell’Espresso Marco Damilano.

«Fini e Berlusconi? Due maschilisti». Lo afferma Daniela Santanchè, ospite della trasmissione Tetris in onda venerdì 4 aprile alle ore 00:05 su La7. «Silvio Berlusconi – sostiene la Santanchè – vede le donne solo in orizzontale e invece Gianfranco Fini credo abbia problemi con il gentil sesso. Mi spiego: nel 2006 fui nominata relatrice della legge finanziaria e dopo solo un quarto d’ora ricevetti una telefonata di Ignazio La Russa (questo non l’ho mai raccontato) che istruito da Gianfranco Fini mi dava cinque minuti per dimettermi dal mio incarico». Secondo la candidata premier de La Destra «questo episodio prova che l’idea di un ruolo così importante a una donna, sebbene dello stesso partito e peraltro An non aveva mai avuto relatori della legge Finanziaria, diede molto fastidio a Fini». «Fini vuole essere il capo unico e una donna visibile gli dà molto fastidio, non è in grado – conclude – di sostenerlo psicologicamente».