Chiude (di già) ReadBurner

→ D@di per Downloadblog.it

Il 23 gennaio 2008, neanche un mese e mezzo fa, nasceva ReadBurner, un interessante progetto che permetteva con una grafica chiara e intuitiva di conoscere gli argomenti più condivisi dagli utenti su Google Reader.

Un progetto che ha suscitato l’interesse di molti lettori e navigatori, tra cui il sottoscritto, che l’hanno inserito nei propri siti preferiti.

Purtroppo, almeno per il momento, ReadBurner chiude. Si legge da oggi nell’home-page:

“Mi dispiace dover annunciare che ReadBurner non è più disponibile. Il motivo è che non ho molto tempo per gestire il sito a causa di alcuni progetti freelance che non posso accantonare. Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno supportato, mi hanno dato consigli e hanno visitato ReadBurner. È stato davvero bello gestire un sito che ha fatto parlare molto di sé nella blogosfera in così poco tempo”.

Il messaggio si conclude con una proposta: “Se qualcuno è interessato ad acquistare il dominio ReadBurner.com o la tecnologia che gli sta dietro, mi contatti”. Non so quanto possa valere un sito del genere, ma considerati i contatti che ha ricevuto in pochissimi giorni e l’attenzione da parte di tutti i siti specializzati credo che chiunque abbia qualche soldo da parte e voglia fare un investimento non dovrebbe farsi scappare questa occasione.

E ora? In attesa di una riapertura del sito, viene suggerito di visitare RSSmeme, un clone “molto ben fatto” di ReadBurner svilupato da Benjamin Golub.

Come avere i propri podcast preferiti nella casella e-mail (meglio se Gmail)

→ D@di per Downloadblog.it

Su Lifehacker è stata riportata un’interessante guida che spiega come avere, direttamente nella propria casella di posta elettronica, le registrazioni dei propri podcast preferiti. Pratica molto utile se, ad esempio, si è in viaggio o se si utilizzano computer condivisi e non si possono installare software (come iTunes, solo per citarne uno) che gestiscono le sottoscrizioni ai podcast.

La procedura non è per niente difficile. Innanzitutto, dobbiamo prendere familiarità con uno di questi due servizi Web, che non fanno altro che gestire le proprie sottoscrizioni Rss e inviarle a una casella e-mail da noi definita: sto parlando di ZapTXT o RSSFwd. I due servizi sono pressoché uguali (forse ZapTXT ha qualche funzione in più).

Dunque, basterà inserire, in uno di questi due servizi, la Url del Feed del nostro podcast preferito, e così ogni volta che uscirà un “brano” nuovo, ne verrà inviato il link alla nostra casella di posta elettronica.

Ma si tratta solo del link, direte voi. E qui vi sbagliate: se, infatti, utilizzate Gmail, la funzione di Mp3 Player presente in Gmail riconoscerà immediatamente che si tratta di un link audio e provvederà ad aprire una finestra con all’interno un player, attraverso il quale ascoltare facilmente il podcast.

Per salvare, invece, il podcast su un’unità esterna Usb o su un player Mp3, basterà semplicemente cliccare col tasto destro sul link al brano e selezionare “Salva oggetto con nome”.

Mi sembra un “trucchetto” utile e interessante. Ne conoscete altri? Segnalateceli, come sempre, nei commenti.

Sfondi del desktop con lettore Rss incorporato

→ D@di per Downloadblog.it

Se adorate tenere sempre i vostri Feed Rss sott’occhio, allora c’è un’utility (per Windows) che fa per voi.

Si chiama “Chaos Wallpaper” ed è un’applicazione gratuita che inserisce i Feed Rss specificati dall’utente all’interno dello sfondo del desktop. Non solo, con Chaos Wallpaper è possibile anche cambiare lo sfondo del desktop dopo un certo numero di minuti.

Il programma non ha bisogno d’installazione ma va semplicemente eseguito (si può quindi metterlo direttamente nella cartella “Esecuzione automatica” del menu Avvio); tutte le funzioni sono poi gestibili attraverso l’icocina nella taskbar.

Molto utile a mio avviso la funzione che permette di creare da zero (o modificare) il Css della parte che visualizza i Feed.