Immagini "extra-large" per Google

Piccola novità per Google Image Search: da pochi giorni, come potete vedere anche nella foto, è possibile ricercare immagini “extra-large”.

Per “extra-large” s’intendono immagini con alcune migliaia di pixel. Fino a poco fa, infatti, era possibile cercare solo immagini “piccole”, “medie” e “grandi”.

Sicuramente un’opzione interessante per chi cerca foto da pubblicare o da stampare.

Google lancia un blog sulle fotografie

Siccome una foto vale più di mille parole, Google ha lanciato un altro blog: questa volta andrà a trattare il tema delle fotografie.

“Google Photos Blog”
, questo il nome, sarà utilizzato per segnalare nuove funzioni di Picasa, per discutere di fotografia, sperimentare tecniche fotografiche e per condividere con tutti i gli album di fotografie più belli creati sul Web.

Secondo alcune voci non confermate, il lancio di un nuovo blog potrebbe precedere di qualche settimana degli importanti aggiornamenti software. Staremo a vedere.

Cercare foto su Flickr in base al colore

Se siete amanti delle fotografie e dei colori, allora questo sito fa per voi. Si chiama “Color Fields Colr Pickr” e permette, selezionato un colore, di ottenere delle immagini di Flickr in cui quel colore è dominante.

L’utilizzo è molto semplice: basta fare click su un colore, sceglierne l’intensità attraverso l’apposito bottone e, all’istante, appariranno fotografie della tonalità scelta.

Interessante vedere come se selezioniamo colori molto accesi o pastello otteniamo immagini della natura: il mare per le tonalità del blu, prati, boschi o colline per il verde, fiori per il giallo, il rosso e il viola. Se, invece, ci spostiamo verso la parte interna della ruota dei colori, allora otterremo immagini di oggetti o luoghi della terra.

Un servizio molto interessante se si vogliono trovare sfondi del desktop in tono con il proprio tema o immagini da inserire in un sito web con un colore dominante.

Il mio viaggio in Nord Europa: Stoccolma

Vi è piaciuta Copenhagen? Bene, scordatevela. Stoccolma è una città totalmente diversa. Innanzitutto, il percorso: da Copenhagen a Stoccolma (circa 650 chilometri) ho viaggiato in treno. Esperienza bellissima: dopo aver attraversato il nuovo ponte dell’Oresund (che unisce Danimarca e Svezia) il treno si è addentrato in Svezia, tra decine di laghetti e centinaia di foreste che si perdevano all’orizzonte. Purtroppo non sono riuscito a fare foto durante il viaggio in treno.

Stoccolma, dicevo, è una città completamente diversa da quella che mi aspettavo. È caotica, multietnica e multiculturale, piena di vita in qualunque ora del giorno e della notte. È trafficata (ma in metropolitana ci si muove benissimo – e te credo, un biglietto per una corsa costa l’equivalente di 2,50 euro!)… ma la città ha ovviamente anche i suoi lati “romantici”: basta solo scoprire i punti giusti. I palazzi reali, ad esempio, sono molto belli, soprattutto con l’illuminazione serale. E poi il giro in battello nella baia che dà sul Mar Baltico: fa scoprire luoghi di Stockholm inimmaginabili. E poi – ancora – il museo all’aria aperta di Skansen (ricostruzione in piccolo della storia e della cultura svedesi, con renne e alci a volontà!) e quello costruito intorno al galeone vichingo Vaasa. Per non parlare poi dell’Ikea più grande del mondo (il primo, aperto alcuni anni fa) e dell’Abosulute Icebar: un bar fatto interamente di ghiaccio, in cui anche le sedie e i bicchieri sono ghiacciati e la temperatura è costantemente tenuta a -5 gradi (meno male che ci hanno dato un bel cappotto per entrare!).

Buona visione :).

(le foto ad alta risoluzione si trovano qui)

Il mio viaggio in Nord Europa: Copenhagen

Ecco alcune delle tantissime foto che ho fatto a Copenhagen, capitale della Danimarca, dove ho trascorso alcuni giorni di questa splendida estate.

Panorami mozzafiato, casette colorate, palazzi antichi che sposano l’hi-tech. Tutto questo è Copenhagen: una città a misura d’uomo che si gira tranquillamente a piedi o in bicicletta, dal clima ospitale e dalla gente piena di allegria. Una città dai mille canali e dai mille colori, che consiglio davvero a chiunque voglia scoprire il “magico” mondo del nord Europa. Una città anche dalle mille contraddizioni: pensate che all’interno di un quartiere elegantissimo sorge la “Città libera di Christiania”, un quartiere interamente occupato e autogestito, capitale mondiale degli “hippies” (peccato non aver potuto fare lì moltissime foto).

Buona visione :).

(le foto ad alta risoluzione si trovano qui)

Gratis un terabyte di foto di Marte

Appassionati di scienza e astronomia? Il team che lavora al telescopio ad alta risoluzione che fotografa il pianeta Marte alla ricerca di acqua (Mars Reconnaissance Orbiter) ha appena rilasciato più di 1.200 immagini di Marte ad alta risoluzione, da scaricare e consultare in maniera assolutamente gratuita.

Il team ha rilasciato 1,7 terabyte di dati e li ha raccolti in un sito molto interessante per gli appassaionati. Pensate che le foto sono composte dai 20mila ai 50mila pixel.

“Queste immagini – ha spiegato il capo degli ingegneri – contengono centinaia di importanti informazioni sul Pianeta rosso. Ora il nostro lavoro è quello di analizzarle tutte per scoprire se ci sono novità”.

Annunciata la chiusura di Yahoo!Photos

Yahoo!Photos chiuderà entro i prossimi mesi per lasciare spazio a Flickr. Lo riporta un post di Michael Arrington su TechCrunch, che cita direttamente Brad Garlinghouse di Yahoo! e Stuart Butterfield di Flickr. Yahoo! aveva acquisito il controllo di Flickr già dal marzo del 2005, e la mossa era attesa da tempo.

Yahoo! non forzerà la transizione a Flickr: gli utenti, infatti, avranno la possibilità di scegliere tra diversi servizi simili come Photobucket, Snapfish, Kodak Gallery o Shutterfly. Da notare che non appare uno dei principali concorrenti di Flickr: Picasa di Google.

Non si tratta, per Yahoo!, di una decisione da poco: Yahoo!Photos, infatti, è attualmente (voi lo sapevate?) il più importante sito di photo-sharing, con oltre due miliardi di immagini! A confronto Flickr ne ha “solo” 500 milioni.

Le novità non sono finite qua: sempre nello stesso post viene annunciata la possibilità, a breve, di condividere su Flickr non solo le foto, ma anche i video. Una mossa per cercare di scavalcare YouTube?

La tua collezione di farfalle con Flickr

Questo mi sembra il post giusto per iniziare bene una domenica di primavera. Leggo su Lifehacker di un interessante articolo apparso sul blog di Evil Mad Scientist Laboratories che spiega come organizzare e catalogare un collezione (di francobolli, monete, palline, ecc…) utilizzando Flickr.

La prima cosa da fare, ovviamente, è fotografare ogni pezzo della collezione. Poi fare un upload e inserire titoli, tags e descrizioni. Ovviamente mettere i tags è la parte più lunga ed importante che vi permetterà, poi, di trovare subito il pezzo che cercate.

L’articolo è molto lungo e dettagliato, e se siete interessati vi consiglio di non perderlo.

Apple Store Roma Est, c'ero anch'io

Se ne parlava ormai da settimane e così sabato mattina, di buon ora, ho raggiunto i tanti fanatici della Mela che dalla notte affollavano le entrate del centro commerciale Roma Est, dove alle 9 di sabato 31 è stato aperto il primo Apple Store dell’Europa Continentale.

Si tratta di un negozio che è davvero molto bello, sia per gli amanti di Apple che per i “semplici” appassionati di tecnologia, dove è possibile toccare con mano, è il caso di dirlo, tutti i prodotti in vendita, provarli e ovviamente navigare su internet gratuitamente grazie alla tecnologia wi-fi.

Oltre al video che vedete qui sopra, che ho composto preso dall’emozione di essere tra i primi ad entrare nello Store, ho anche pubblicato una galleria. Ma su Flickr e YouTube cercando con “Apple Store Roma Est” non si contano i contenuti multimediali che stanno arrivando nelle ultime ore. Buon divertimento.

Vi siete persi l'eclissi?


Se sabato sera non avete avuto la possibilità di guardare l’eclissi di Luna dal vivo, Flickr ci viene incontro con un enorme photoset (al momento ci sono 570 foto di 145 autori diversi, in continua evoluzione). Da non perdere!

E ricordate: se anche voi avete fatto delle foto alla Luna, non dimenticate di aggiungerle al set!