Zoho Show, la Web-app per creare presentazioni online si rinnova

→ D@di per Downloadblog.it

Sembra ormai chiaro che le applicazioni da ufficio Web-based, sempre migliori e sempre più piene di funzioni, diventeranno lo standard per il futuro. La maggior parte di esse sono gratuite, permettono la condivisione delle informazioni, lo storage sicuro dei dati e la possibilità di accedervi da qualsiasi computer, anche quelli portatili. La lotta tra Google Docs e Zoho è sempre più aspra, tanto che le due applicazioni si somigliano sempre di più.

Zoho ha appena annunciato la versione 2.0 di Zoho Show, il software per presentazioni lanciato lo scorso anno che con questa relase diventa assolutamente competitivo (se non migliore…) di Google Presentations. Tra le features più importanti, la possibilità di esportare in diversi formati, tra cui Ppt, Pps, Pdf e Odp. Questo rende più semplice l’implementazione delle slide all’interno di documenti Html o l’apertura delle stesse nei software concorrenti.

Tra le altre novità, è stata migliorata la possibilità di copia/incolla all’interno della suite Zoho, ed è stata aggiunta un’integrazione con Picasa (di Google, tra l’altro!) e Flickr. In pratica: le foto pubbliche presenti all’interno dei due servizi si potranno inserire all’istante all’interno delle presentazioni, e in generale in qualsiasi tipo di documento.

Tra le altre novità, l’aggiunta di undici nuove localizzazioni, tra cui finalmente arriva anche quella in italiano. Migliorate poi le opzioni di embedding delle slide all’interno di siti Web e blog e le funzioni di presentazione remota durante una “teleconferenza Web”.

Zoho ha annunciato che sono state aggiunte piccole migliorie anche a Zoho Sheet (l’applicazione per i fogli di calcolo) e Zoho Writer (il word-processor), tutte focalizzate nel miglioramento delle possibilità di embedding e di condivisione.

Un utile trucchetto per creare “al volo” documenti su Google Docs

→ D@di per Downloadblog.it

Se utilizzate spesso Google Docs per creare documenti, il blog ufficiale del servizio ha pubblicato una serie di utili trucchetti per creare “al volo” documenti.

In particolare, si tratta di tre bookmarklet da inserire nei propri preferiti. Basterà, poi, richiamarne uno per creare all’istante un nuovo documento di testo, un nuovo foglio di calcolo o una nuova presentazione.

Ecco i tre bookmarklet:
Nuovo documento di testo
Nuovo foglio di calcolo
Nuova presentazione
Per salvarli basterà trascinarli nella barra dei bookmark (quella laterale o quella orizzontale in alto). Molto comodo, no?

Alcune novità per presentazioni e fogli di calcolo in Google Docs

→ D@di per Downloadblog.it

Durante il lungo week-end che abbiamo appena trascorso forse molti non se ne sono ancora accorti, ma Google ha inserito alcune nuove funzioni all’interno della suite da ufficio online Google Docs. Prima e più importante funzione da segnalare è sicuramente la possibilità di utilizzare anche “Spreadsheet” e “Presentation” offline.

Funzione richiesta da molti già da un po’ di tempo, sfrutta ovviamente Google Gears e dà la possibilità agli utenti che hanno progettato online fogli di calcolo e presentazioni elettroniche di visualizzarle anche quando non è disponibile la connessione a internet. Unica pecca, non è possibile editare i propri file, ma solo vederli.

Mi sembra comunque una funzione molto utile, soprattutto se mentre facciamo una presentazione importante dovesse andar via la connessione a internet. Dopo il “salto” altre due novità che riguardano in particolare il software “Presentation”.

Dopo l’aggiunta (in gennaio) della possibilità di salvare in Pdf e in Ppt, il team di sviluppo di Google Docs ha inserito due nuove funzioni. La prima, utilissima, dà la possibilità di inserire video di YouTube direttamente all’interno delle slide.

La seconda funzione, invece, si chiama “Speaker notes” ed è una funzione mirata ad aiutare colui che parla durante la presentazione; in pratica, permette di stampare o aprire in un popup separato dalla finestra della presentazione delle note che possono aiutare nella spiegazione; l’utilità è che è possibile scrivere queste note direttamente all’interno di “Presentation”, senza doversi spostare su un editor di testo separato.

I documenti scritti con Google Docs? "Big G" può farci ciò che vuole

Adorate Google Docs&Spreadsheets, o, come è stato tradotto in italiano, “Google Documenti e Fogli di lavoro”? Lo utilizzate sempre per scrivere i vostri documenti perché ne apprezzate il fatto che sia gratuito, accessibile da ogni dove o la possibilità di collaborare con altri?

Bene, forse non sapete, però, che da contratto Google può disporre come vuole dei vostri elaborati. Avete capito bene. Utilizzando e inserendo contenuti all’interno dei servizi di Google, si legge nei termini di utilizzo, garantite al fornitore del servizio la licenza di riprodurre, adattare, modificare, pubblicare in tutto il mondo i vostri contenuti a fini promozionali.

Ciò vuol dire, in poche parole, che se Google volesse potrebbe ad esempio, nel pubblicare degli screenshot, utilizzare proprio il foglio di calcolo o la pagina di testo da voi appena scritta.

Certo, è molto improbabile che questo accada. Però non è impossibile. Google Australia, interpellata proprio in merito, ha risposto che mai verranno utilizzati i contenuti degli utenti per fare promozione, anche se – dobbiamo ammetterlo – dal quartier generale di “Big G” non è arrivata alcuna smentita ufficiale.

Certamente Google non utilizzerà mai i contenuti degli utenti. L’argomento, però, s’inserisce a pieno nella polemica tra Microsoft e Google, di cui vi abbiamo parlato pochi giorni fa, proprio sui temi della privacy e sull’opportunità, per un’azienda, di affidarsi ai servizi offerti – seppur gratuitamente – dal motore di ricerca.

Ajax13, un buon concorrente per Google Docs

Ho letto oggi di una nuova suite “da ufficio” fatta di applicazioni web-based gratuite. Si chiama Ajax13 e rischia di diventare un bel concorrente per Google Docs&Spreadsheets (solo per citare il più famoso).

La suite contiene cinque applicazioni. La prima, AjaxWrite, è ovviamente un word-processor che non ha nulla da invidiare ai suoi concorrenti. Il look assomiglia molto a Microsoft Word e, ovviamente, è in grado di leggere e salvare in formato .doc. La seconda, AjaxSketch, è un’applicazione studiata appositamente per lo studio di diagrammi, tabelle, disegno a mano libera.

Non potevano mancare, ovviamente, il foglio di calcolo (AjaxXLS) e il programma che crea le presentazioni (AjaxPresents). La vera novità della suite è però, AjaxTunes. Si tratta di un vero riproduttore di musica web-based dove ascoltare le proprie canzoni preferite o scegliere tra i quarantamila brani già presenti nel database.

Unica pecca, per adesso: le applicazioni girano solo su Mozilla Firefox (sia Safari che Internet Explorer danno un messaggio di errore in apertura).