18 novembre: lo Stivale Bucato cambia pelle

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

Novità in casa Stivale Bucato: dal 18 novembre, infatti, sarà online una versione tutta nuova del nostro sito. Largo spazio alla grafica, ai contenuti multimediali e… alle risate! Save the date!

Era il lontano febbraio dello scorso anno quando quattro pazzi amanti della satira (Antonello, Valentina, Zagara e il sottoscritto ) gettavano le prime "pietre" di quell'"esperimento di presuntuosa follia" che è poi diventato lo Stivale Bucato. Un sito satirico che, ormai l'avete imparato a conoscere nel corso di questi mesi, da neonato è diventato sempre più affermato sulla scena "internettiana" italiana, tanto da raddoppiare mese dopo mese i suoi visitatori.

Non avevamo niente, nessuno alle spalle, solo tanta voglia di divertirci, stare insieme e denunciare i tanti piccoli (e grandi) buchi che logorano il nostro amato Stivale. Attraverso inchieste, canzoni, fantainterviste, notizie pazze (ma vere!) da ogni angolo del mondo, diari strampalati, poesie, opere d'arte. Per non parlare dei nostri video, che sono spesso ai primi posti nelle classifiche di YouTube.

Non vogliamo però dimenticare le tante difficoltà in cui ci siamo imbattuti, soprattutto finanziarie. Non andremo di sicuro a vivere sotto un ponte, ma la maledizione che Google ci ha inviato (cioè, l'essere esclusi per sempre dalle pubblicità AdWords per un errore "tecnico" non nostro) e l'impossibilità di poter replicare e fare ascoltare le nostre ragioni, fa sì che non abbiamo praticamente mai avuto alcun introito da questo nostro lavoro. Ma la voglia di andare avanti e di divertirci non ci ha mai fermato.

Per questo, lasciando da parte il piccolo inconveniente finanziario, abbiamo deciso già da diversi mesi che il nostro lavoro doveva essere ancor di più valorizzato. Per questo siamo lieti di annunciarvi che da martedì 18 novembre sarà online IL NUOVO SITO DE LO STIVALE BUCATO!

Niente paura, per voi navigatori del Web non cambierà assolutamente niente: l'indirizzo del nostro sito rimarrà sempre www.stivalebucato.it. Ma, come potete vedere nella piccola galleria fotografica di anteprima, cambierà tutta la veste grafica, la testata (la stessa – più o meno – che vedete qui in alto), ci saranno nuovi amici e nuove sezioni e, soprattutto, cercheremo di sbalordirvi ancor di più.


GUARDA IN ANTEPRIMA IL NUOVO SITO DELLO STIVALE BUCATO
Premi sulla prima foto a sinistra per iniziare a guardare la galleria fotografica. Una volta ingrandita la prima foto, spostati col mouse in alto a destra: apparirà il bottone "PROSS": premilo per andare avanti.

Andiamo a dare un'occhiata, allora, a come sarà strutturato il nuovo sito. La home page, innanzitutto, è stata completamente ridisegnata, e sarà del tutto simile a quella di un grande sito d'informazione. Grande spazio alle immagini, alle vignette, ai contenuti multimediali. Ma soprattutto alle risate. Da qualche tempo, a proposito di risate, è entrato a far parte del team dello Stivale Bucato un nuovo e strano personaggio: Igor D'Antoni. Igor, oltre a cimentarsi con gli articoli di Disattualità, sta preparando per voi una grande sorpresa: ogni giorno, infatti, commenterà una notizia… con la sua proverbiale verve comica. Ma non è tutto, perché molti nuovi amici ci raggiungeranno presto.

Lo Stivale Bucato, dunque, sarà aggiornato ogni giorno. Ma non si tratta certo dell'unica novità: abbiamo aperto, infatti, tutti gli articoli ai commenti di voi lettori. In questo modo potrete dire la vostra, contattare l'autore e farci sapere le vostre impressioni non solo sul Libro degli Ospiti, ma anche in calce ad ogni singolo articolo. Poi, nei pezzi, grande spazio alle immagini, alla grafica, ai contenuti audio e video,

Migliorato anche l'archivio, con un potente motore di ricerca interna e la possibilità di cercare gli articoli per data, numero, autore e sezione. E poi grande spazio anche alla storia: ogni due settimane, infatti, vi riproporremo due lavori del passato (interviste, canzoni, video, vignette, articoli, etc) che hanno fatto grande lo Stivale Bucato.

So che, cari lettori, non starete più nella pelle… ma abbiamo bisogno di un altro po' di tempo (circa quattro settimane, da oggi) per esplicare tutte le formalità tecniche… per questo vi chiediamo scusa in anticipo se troverete errori o malfunzionamenti sul nostro sito nei prossimi giorni.

Vi aspettiamo numerosi il 18 novembre 2008, giorno ufficiale dell'inaugurazione. E non dimenticate di iscrivervi alla newsletter: sarete aggiornati su tutte le nostre novità!

Creare facilmente tag-cloud con Wordle

Se volete creare “dal nulla” delle tag-cloud, allora Wordle fa per voi. Si tratta di un’applicazione Web gratuita in grado di costruire al volo delle tag-cloud, del tutto simili (anzi, anche molto più belle) a quelle create da WordPress o da altri Cms per siti e blog.

Per generale la “nuvola”, Wordle accetta copia incolla di testi (anche molto lunghi), oppure è possibile inserire i dati del proprio account del.icio.us. Più una parola è ripetuta nel corso del testo, più ovviamente risulterà in un carattere più grosso. A proposito di caratteri, è possibile ovviamente scegliere font, layout e schemi di colori.

Sul sito è possibile vedere anche alcune belle gallerie. La Web-app, tra l’altro, è molto utile anche come semplice riferimento per vedere in un testo quali sono le parole più ripetute (le tag-cloud sono state utilizzate molto durante le primarie americane Clinton-Obama, e ne ho visto alcune applicazioni sui giornali anche durante la nostra ultima campagna elettorale).

Il desktop è “troppo piccolo” per i tuoi occhi? Usa OneLoupe

→ D@di per Downloadblog.it

A volte può capitare, soprattutto con il passare dell’età, di non trovarsi più a proprio agio davanti a un monitor di computer. Le risoluzioni degli schermi aumentano sempre di più, e così i caratteri diventano sempre più piccoli. E leggere, soprattutto dopo tante ore di lavoro, diventa difficile.

Ci viene incontro, su Windows, un’utility chiamata “OneLoupe”. Questa rimane inattiva nel system tray; poi quando c’è bisogno di fare zoom su un’area dello schermo, basta fare click sull’icona del programma per trasformare il mouse in una lente d’ingrandimento.

Ovviamente è possibile anche usare la tastiera per muoversi all’interno dello schermo, usare la rotellina del mouse per fare zoom in o zoom out e fare screenshot (premendo iil tasto B).

L’applicazione, gratuita, è solo per Windows. Ma non dimentichiamo che su Mac Os X, per ingrandire una parte dello schermo, basta premere il tasto Ctrl e utilizzare la rotellina del mouse (l’opzione si può abilitare/disabilitare nelle Preferenze di Sistema > Tastiera e Mouse).

MySpace, da mercoledì 18 un totale restyling grafico-concettuale

→ D@di per Downloadblog.it

MySpace, uno dei servizi di social networking più amati e utilizzati, soprattutto dalla fascia più giovane degli utenti internet, ha annunciato che durante la prossima settimana effettuerà un totale restyling grafico delle proprie pagine, per cercare di raggiungere una fascia maggiore di popolazione (soprattutto dal punto di vista demografico) e migliorare la user-experience.

Si tratta, secondo molti analisti e blogger, del più grande rilancio e restyling di un sito di questa portata: secondo molte indiscrezioni, il restyling riguaderà la home page, le singole pagine degli utenti, la navigazione, il modo in cui si modificano/aggiornano i propri profili e anche il player di MySpace Tv. Il restyling sarà graduale: inizierà a partire dalla prossima settimana e andrà avanti per tutta l’estate.

“Questo è molto di più di un cambio di facciata – hanno spiegato alcuni responsabili del social network – perché stiamo modificando il modo in cui le persone interagiscono con il nostro sito e con il nostro marchio”. E sembra che il rilancio farà bene anche alle casse di MySpace, considerando che un grosso inserzionista pubblicitario avrebbe prenotato tutti gli spazi disponibili nella home-page americana del servizio per il primo giorno di rilancio, che dovrebbe essere fissato per mercoledì 18.

SnapCasa, screenshot gratuiti e immediati sul Web

→ D@di per Downloadblog.it

SnapCasa è un ottimo servizio Web 2.0 che permette di fare gratuitamente screenshot di pagine Web senza installare alcun software. Tutto quello di cui c’è bisogno è una Url, e con pochissima attesa otterremo il nostro screenshot in diverse dimensioni.

Utilizzare il servizio è molto semplice: basta inserire l’indirizzo della pagina che vogliamo “fotografare” e immediatamente otteniamo quattro differenti versioni dello screenshot: 280×210, 200×150, 140×105 e 100×75 pixel.

Inoltre, se ci registriamo gratuitamente al sito, potremo ottenere un codice personale da utilizzare direttamente per creare “al volo” screenshot e inserirli nel nostro sito/blog, secondo questo tag:
< img src="http://SnapCasa.com/ Get.aspx?code=[code]&size=[size]&url=[url]" />

Mi sembra un’applicazione molto interessante; come sempre, potete consigliare la vostra applicazione preferita per fare screenshot nei commenti.

Retaggr, un sito per creare biglietti da visita interattivi

→ D@di per Downloadblog.it

In un mondo sempre più dominato dalla rete, perché continuare a uccidere l’Amazzonia stampando centinaia di biglietti da visita? Non è più pratico un biglietto da visita virtuale? È la sfida di Retaggr, un servizio Web che permette di creare business card multidimensionali da condividere o inserire nel proprio sito/blog.

Nei biglietti da visita Retaggr, infatti, è possibile (oltre a tutte le classiche informazioni personali) far apparire in automatico gli ultimi messaggi di Twitter, link a siti o profili di social network, mostrare le proprie attività online, aggiungere Web-widgets o link a contatti diretti per i più famosi servizi di messaggistica immediata.

Biglietti da visita, dunque, non statici, ma che si aggiornano in tempo reale con tutte le novità che ci riguardano e che possono essere inseriti (tramite un normalissimo link, che dà luogo all’apertura di un popup) a qualsiasi nostro sito o anche come firma nei blog o nei forum su cui scriviamo commenti.

Snackr, il newsreader che “scrolla”

→ D@di per Downloadblog.it

Se siete “patiti” di news, Feed RSS e newsreader, allora questo piccolo interessante progetto fa per voi. Si chiama Snackr RSS Ticker e permette di avere sempre sotto controllo i Feed di cui abbiamo bisogno.

In pratica, l’applicazione permette di far “scrollare” in uno qualsiasi dei quattro bordi dello schermo i titoli dei post che appaiono nei Feed che abbiamo specificato. È possibile importare i Feed dal nostro newsreader di fiducia (Opml) oppure è possibile inserirli manualmente. Tra le altre possibilità, anche quella di lasciare sempre in primo piano l’applicazione e di deciderne la velocità.

Tra l’altro, facendo click su una notizia è possibile aprirne l’anteprima in una comoda finestra interna al programma. L’applicazione, gratuita, gira su Adobe Air ed è disponibile per Mac, Windows e Linux.

Tag Galaxy: e Flickr diventa una galassia

→ D@di per Downloadblog.it

Ci sono moltissimi servizi Web che permettono di cercare e visualizzare le immagini di Flickr. Tag Galaxy è uno dei più simpatici. Inserita una parola chiave, infatti, permette di visualizzare le immagini come se fossimo nello spazio. E in lontananza è possibile vedere i piccoli pianeti che rappresentano altre parole chiave collegate a quella che abbiamo inserito noi (che diventa il sole di questo particolare sistema solare).

Ogni pianeta è in movimento, ed è possibile navigare nello spazio trascinando lo schermo. Non è finita: facendo click sul nostro sole (o su un altro dei pianeti), questo diventerà una sfera che viene ricoperta (man mano che il sistema cerca le immagini) dalle foto di Flickr.

Dare un’occhiata è sicuramente più semplice di spiegarlo a parole. Unico problema: l’applicazione Web prende un bel po’ di Cpu, quindi se avete tante finestre aperte è meglio chiuderle per risparmiare un po’ di memoria. Ma non ve ne pentirete.

Crea i tuoi font sul Web con FontStruct

→ D@di per Downloadblog.it

Se amate i tipi di carattere e la grafica, allora non dovete perdere FontStruct. Si tratta di un sito lanciato un paio di giorni fa che permette di creare, direttamente dal browser, tipi di font e scaricarli successivamente in formato TrueType.

L’utilizzo è abbastanza intuitivo, anche se non è semplicissimo creare delle opere d’arte. L’applicazione Web, infatti, permette di avere una specie di foglio di lavoro con zoom, pennelli, quadretti, forme e chi più ne ha più ne metta: lì si può disegnare ogni lettera del proprio font.

Qui sopra potete vedere un interessante screencast (è in inglese ma abbastanza comprensibile) di 10 minuti che spiega le funzionalità di FontStruct. Tra l’altro, il sito cerca anche di creare una community: una volta finito di lavorare, si è infatti incoraggiati a rilasciare alla comunità la propria “creazione” con una licenza Creative Commons.

I font alla fine, almeno nelle nostre prove, sono venuti un po’ rozzetti, e non nascondiamo che ci vuole un bel po’ di tempo per creare il proprio tipo di carattere… ma se amate la grafica fateci un salto e non ve ne pentirete!

Kyolo: aggiungere facilmente fumetti alle immagini

→ D@di per Downloadblog.it

Kyolo, che permette – appunto – di mandare online un’immagine e inserirvi il fumetto che vogliamo in un modo molto semplice e soprattutto intuitivo.

Molto interessante (e anche buffa) la possibilità di condividere le immagini create e di vedere (e commentare) quelle create dagli altri.” width=”250″ align=left>

Non sai che sfondo mettere al desktop? Prova Desktoptopia

→ D@di per Downloadblog.it

Annoiati dal solito sfondo del desktop? Non avete idee per migliorarlo? Allora provate Desktoptopia. Si tratta di un’utility per Mac e Windows (la versione Pc è in fase beta) che cambia il proprio sfondo del desktop a intervalli regolari con fotografie scelte direttamente dal team di Desktoptopia.

Il servizio offre la possibilità di scegliere tra numerose categorie, tra cui immagini astratte, provenienti da film, videogiochi, libri e giornali, illustrazioni, immagini 3d e così via.

È possibile, ovviamente, anche inserire le proprie immagini e soprattutto il proprio Feed. Ogni sfondo può essere votato e, tra le opzioni, è molto interessante quella di poter scegliere uno sfondo diverso per ogni schermo collegato al sistema.

Desktoptopia è gratuito. La versione per Windows è in fase di beta, richiede .NET Framework 3.5 e presenta ancora (lo diciamo subito) qualche problema; funziona alla perfezione, invece, la versione Mac.

Personalizzare la grafica dei collegamenti ai file in Windows Vista

→ D@di per Downloadblog.it

Non vi piace la grafica con cui Windows Vista gestisce i collegamenti? Esiste una piccola applicazione, chiamata Vista Shortcut Manager, che permette di cambiare l’iconcina (la classica freccina che si aggiunge all’icona, in basso a sinistra) nei collegamenti.

Oltre alla freccia grande di default (abbastanza brutta, a dir la verità) è possibile scegliere tra una freccia più piccola, una lente d’ingrandimento oppure – utile! – la possibilità di non aggiungere nulla all’icona.

Per far sì che il software funzioni bisogna riavviare (o comunque uscire dal proprio account e “loggarsi” nuovamente).

Vista Shortcut Manager è un’applicazione gratuita per Windows Vista sviluppata dalla Frameworkx.

Impotenti e monnezzari

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

Dal partito del no alla monnezza fino agli impotenti esistenziali. Alle prossime elezioni non limitatevi a Veltroni o a Berlusconi, ma scegliete bene il vostro simbolo: ce n’è per tutti i gusti

Manca ormai un mese alle elezioni politiche del 13 e 14 aprile prossimi, mai come quest’anno tanto attese e inserite all’interno di un clima politico ancora una volta frammentato e in bilico. Bertinotti, Veltroni, Casini, Berlusconi, Santanché: questi i personaggi principali (ci scuseranno gli altri contendenti alla carica di primo ministro) che stanno iniziando a “combattere” a colpi di cartelloni pubblicitari e ospitate da Bruno Vespa. Ma perché votare sempre le stesse facce? Perché non guardarsi intorno, e votare davvero l’uomo o la donna nuovi della politica italiana? Lo Stivale Bucato ha analizzato attentamente i circa 180 simboli presentati al ministero dell’Interno, e vi propone un’ampia carrellata dei più “interessanti”. Lasciando da parte, per una volta, alberi, scudi crociati, bandiere, falci e martello, mari in tempesta, fiori, colombe, fiamme, arcobaleni.

Tra le liste che hanno suscitato più interesse e ilarità, la prima è certamente quella degli “Impotenti (esistenziali) del dottor Cirillo”. Un simbolo molto chiaro (carattere nero su fondo bianco) che però non dà la possibilità di capire se il dottor Cirillo si riferisca a un’impotenza politica o sessuale. Ai votanti l’ardua sentenza. Tra l’altro non è la prima volta che il dottor Cirillo presenta liste quantomeno singolari: alcuni anni fa aveva già lanciato il “Partito delle Buone Maniere” il “Partito dei Preservativi gratuiti”.

L’estro e la creatività napoletane non potevano mancare, e così quest’anno sarà possibile votare la lista “No monnezza in Campania – Partito animalista ambientalista”. C’è poi la lista del “Sacro romano impero”, che si autodefinisce forse un po’ fuori tempo come cattolica e liberale, il “Nucleo tremmista nazionale” (regalo cinque euro a chi riesce a capire quale sia il suo programma), “Pane, pace e lavoro” (caso mai qualcuno avesse fame nella cabina elettorale), “100%” (non sappiamo a cosa ci si riferisca), “No ai Pacs” (questo è chiarissimo), “Per il bene comune”, “Casta contro”, i “Paladini d’Italia” (no, non è un cartone animato giapponese) e “Zarlenga omnia” (nessuno è riuscito ancora a capire di cosa si tratti).

Tra i più curiosi anche “Non remare contro” (candidato premier, Carmine Abbagnale!) e “Lira”, che non predica il ritorno al vecchio conio, bensì si ispira ai valori di libertà, indipendenza, rispetto e amore. C’è poi chi ha inserito nel simbolo un intero programma elettorale. Stiamo parlando della lista “Liberté égalité fraternité”, il cui programma è il seguente: recupero maltolto, T.f.r. libero, Yankee go home please, Flexsecurity, No amnistia. Fin troppo chiaro. E c’è chi, invece, cerca di catturare qualche elettore sbadato o con problemi di vista (“Veltro nuova alba”).

Chi ama la cultura non potrà non votare il movimento “Giovani poeti d’azione”, mentre i super-patiti della Rete possono mandare i propri rappresentanti in Parlamento votando il “Partito internettiano”. Ancora, i lavoratori statali possono votare il “Partito dei dipendenti pubblici”, mentre gli appassionati di gioco d’azzardo si possono far rappresentare dalla lista “Casino centro Italia”, il cui simbolo è una roulette.

Altra curiosità: il nome di Beppe Grillo (che però non è sceso in politica) appare in numerosi simboli, anche se lui si è affrettato a spiegare di essersi dissociato: “Lista Grillo parlante”, “Amici di Beppe Grillo”, “Partì Demucratec padan – Lista Beppe Grillo”, “Grilli d’Italia”, “Forza Grillo”.

La falce e martello sta sparendo in Russia, ma non negli otto simboli nei quali viene rappresentata da noi in Italia. Quello con il nome più lungo è il “Partito comunista italiano marxista leninista”; ancora, tre partiti discendono dalla defunta-ma-non-troppo Democrazia Cristiana, mentre cinque movimenti di estrema destra hanno inserito nel proprio simbolo il disegno della fiamma tricolore, una volta simbolo dell’Msi.

Ma tra piccoli e grandi partiti e tra movimenti separatisti sardi, siciliani e nordisti, una delle liste che probabilmente riscuoterà più successo, soprattutto tra i delusi di questa classe politica, è la “Lista civica nazionale – Io non voto”. Candidato premier, Carlo Gustavo Giuliana.

Ascii Cam, e trasformi il tuo volto in Ascii

→ D@di per Downloadblog.it

Se l’Ascii-Art, l’”arte”, cioè, che utilizza i caratteri Ascii per comporre immagini, vi ha sempre affascinato, allora non potete perdere Amazing Instant Ascii Cam. Si tratta di un servizio Web che sfrutta il segnale proveniente dalla vostra webcam per scattare fotografie direttamente in formato Ascii.

Utilizzare il servizio è davvero semplice: basterà collegarsi alla pagina e accettare il collegamento del browser con la webcam. Se la vostra stanza è ben illuminata, avrete subito l’anteprima “live” dell’inquadratura, che potrete ovviamente modificare in dettaglio e colori.

Dicevo, l’importante è che la stanza sia ben illuminata, altrimenti si rischia di avere risultati molto scuri. Sicuramente un servizio con il quale stupire i propri amici!